La trattativa della proprietà dell'Inter Suning con PIMCO rischia di fallire

Le trattative tra Suning, proprietario dell'Inter, e il fondo statunitense PIMCO rischiano di naufragare nella fase finale.

Lo riporta il quotidiano economico Bloomberg, tramite Calcio e Finanza, secondo cui le parti faticano a trovare un accordo definitivo a pochi giorni dalla scadenza del prestito di Oaktree Capital a Suning.

Nelle ultime settimane, alcuni rapporti suggerivano che Suning, proprietario dell'Inter, fosse in trattative avanzate con il fondo statunitense PIMCO.

Questi fondi servirebbero per un ingente prestito alla proprietà dell'Inter. Lo scopo sarebbe che la proprietà nerazzurra ripagasse un prestito diverso da un altro fondo statunitense, l'Oaktree.

Suning ha concesso quel prestito nella primavera del 2021. Ciò è avvenuto nel mezzo di una crisi finanziaria legata alla pandemia che ha visto i proprietari dell'Inter lottare per coprire i costi operativi del club.

Nell'ambito dell'accordo con Oaktree, Suning ha messo come garanzia le proprie azioni nerazzurre.

Pertanto, se la proprietà dell'Inter dovesse risultare inadempiente al prestito, le sue quote di controllo del club passerebbero nelle mani di Oaktree.

Colloqui tra i proprietari dell'Inter Suning e PIMCO a rischio collasso

Il nuovo prestito su cui Suning sta lavorando PIMCO sarebbe quindi di fondamentale importanza che la proprietà interista restasse al timone.

La scadenza del prestito è il 20 di questo mese, mancano solo cinque giorni.

Suning deve avere la liquidità a disposizione per ripagare integralmente il debito con Oaktree (275 milioni di euro più interessi, che salgono a 380 milioni di euro complessivi).

La trattativa con PIMCO è sembrata una soluzione per la proprietà dell'Inter per rifinanziare il debito con Oaktree.

Ora, però, le cose non sembrano più così certe.

Secondo una fonte che ha contattato Bloomberg ma ha voluto restare anonima, la trattativa tra Inter e PIMCO sarebbe in fase di stallo.

Le parti hanno lavorato per concordare a Prestito da 435 milioni con cedola rata al 15%.

Tuttavia, fino ad ora i colloqui non hanno portato ad un accordo. E secondo Bloomberg, una fonte vicina ai negoziati ha affermato che ci sono degli ostacoli.

Tuttavia, aggiunge Bloomberg, la fonte ha anche affermato che la situazione è fluida.

Quindi è ancora molto probabile che Suning e PIMCO riescano a risolvere le difficoltà e che la proprietà dell'Inter possa comunque assicurarsi il prestito.

Bloomberg riferisce inoltre che quando hanno tentato di raggiungere Suning non hanno ricevuto alcun commento da parte della proprietà dell'Inter.

Suning aveva anche precedentemente discusso con Oaktree sulla possibilità di estendere la scadenza oltre questo mese.

Lascia un commento