Juventus, pauroso retroscena: sconfitta con l’Udinese crollata sui siti di scommesse | Colpa della ‘soffiata’ di Marotta

Foto: sito ufficiale Inter

Nel posticipo della ventiquattresima giornata di Serie A, la Juventus subisce la sua prima sconfitta casalinga stagionale contro un’Udinese determinata, guidata magistralmente dal tecnico Cioffi. Nonostante gli sforzi della Vecchia Signora, priva dell’influenza di un brillante Dusan Vlahovic, l’Udinese tiene testa agli attacchi, dimostrandosi solida in difesa.

Il sostituto di Vlahovic, Milik, si è confrontato con i difensori friulani ma è rimasto pericoloso solo in un’occasione con un colpo di testa troppo centrale. Nonostante l’ottima prestazione di Cambiaso e Rabiot a centrocampo, la Juventus non è riuscita a creare occasioni concrete da gol.

Federico Chiesa ha dimostrato impegno, alternandosi tra le trequarti e la fascia, ma senza mettere in difficoltà il portiere avversario. Nel secondo tempo, Yildiz ha sostituito Chiesa, ma ha mostrato una prestazione al di sotto delle aspettative.

Il nervosismo è cresciuto nel finale, evidenziato dalle critiche offensive del tecnico Allegri rivolte all’arbitro negli spogliatoi al termine della partita. Con un solo punto conquistato nelle ultime tre partite, il Milan si avvicina al secondo posto, mettendo fine alle speranze di Scudetto della Juventus.

La Juventus si scontra nuovamente con la sua bestia nera, Lautaro, decisivo anche contro l’Udinese. La beffa si concretizza con la rete decisiva del giovane difensore Lautaro Giannetti, un nome difficile da digerire per i tifosi bianconeri, data la sua similitudine con l’interista Lautaro Martinez, autore di un gol simile all’Allianz Stadium nel girone d’andata.

La flessione nel rendimento era prevedibile. Nonostante il secondo posto attuale in classifica, la Juventus dovrà lavorare per colmare il gap tecnico con l’Inter. Il mercato estivo sarà cruciale per rinforzare la squadra e prepararsi per la prossima stagione, soprattutto in vista della Champions League.