Juventus nel caos, lite tra Allegri ed un dirigente: “Non si può più andare avanti, è tutto compromesso”

Questa mattina è iniziata ufficialmente la nuova stagione calcistica della Juventus di Massimiliano Allegri. La squadra bianconera si è radunata alla Continassa dopo le visite mediche di rito, con il tecnico toscano ancora alla guida della panchina per un altro anno.

Da oggi puoi essere sempre aggiornato sulle nostre news seguendoci su Google News, mettendo il tuo like alla pagina Facebook dI Mondocalcionews.it e iscrivendoti al nostro canale Telegram. USA ANCHE I NOSTRI CODICI SCONTO PER RISPARMIARE SUI TUOI ACQUISTI ONLINE CLICCANDO QUI.

Quest’anno è arrivato anche il nuovo direttore sportivo Cristiano Giuntoli dal Napoli: il nuovo organigramma societario si è completato con la permanenza anche di Manna, Calvo e Scanavino. E’ Tony Damascelli, però, a lanciare la bomba sul rapporto incline tra il tecnico bianconero e Calvo:

LEGGI ANCHE: Pogba in Arabia, tifosi furiosi: “E’ un uomo di m*rda come Balotelli e Cassano, deve andare a fare in c*lo”

“Abbiamo detto tutti che i contratti di Allegri e Pogba di quattro anni ciascuno sono state scelte scriteriate. Ma il quinquennale di Giuntoli chi lo ha fatto? È una cosa abbastanza singolare. Siamo in una situazione per la Juventus secondo me piuttosto imbarazzante. Ufficiosamente, Allegri si sarebbe lamentato del fatto che l’ingaggio di Giuntoli gli sarebbe passato sulla testa. Se consideriamo che anche il rapporto tra Allegri e Calvo è ormai compromesso a partire dalla serata di Udine – ha annunciato Damascelli – credo che siamo di fronte a una situazione che non potrà trascinarsi a lungo e che potrebbe anche esplodere”.

JUVENTUS, IL RAPPORTO TRA ALLEGRI E CALVO E’ COMPROMESSO

Il giornalista ha poi proseguito:

LEGGI ANCHE: Plusvalenza fittizia dell’Inter con Frattesi, Vessicchio sbotta: “Peggio di quelle della Juventus, stanno truffando il calcio italiano”

Ultim'ora terrificante per la Juventus. La notizia ha gelato tutto l'ambiente bianconero, compreso Massimiliano Allegri.

“La Juventus è un inventario. La situazione contabile e legale è ancora in sospeso sia a livello nazionale che internazionale. Il futuro prossimo è ancora da definire. Sanno bene che devono liberarsi di alcuni giocatori che pesano sul bilancio, in alcuni casi si può arrivare alla risoluzione del contratto ma sarà molto difficile. Sarà opportuno il lavoro di Giuntoli con i procuratori. E poi c’è da chiarire la situazione interna dirigenziale con il rapporto tra Allegri e Calvo che si è rotto clamorosamente davanti a tutti ad Udine. Penso che difficilmente si potrà andare avanti”.