Juventus fuori dalle coppe, Vessicchio sbotta: “Agguato malavitoso alla squadra più pulita e seria d’Italia per reati non commessi”

Sono mesi ormai che Sergio Vessicchio sta combattendo la sua campagna mediatica contro le accuse della UEFA alla Juventus. Dopo la decisione di escludere i bianconeri dalle coppe europee per un anno, il giornalista di fede juventina è letteralmente esploso e ne ha dette di tutti i colori.

VESSICHIO CONTRO LA UEFA: “JUVENTUS VITTIMA DI UN ATTACCO MALAVITOSO”

“La Juventus è stata vittima di un agguato malavitoso. Io mi vergogno di essere italiano, io schifo questa nazione. Ve lo dico apertamente per quello che sto continuando a vedere e per le ingiustizie costanti e continue nei confronti di una squadra di calcio. Hanno fatto un agguato alla squadra più seria, pulita e importante del calcio italiano. L’hanno punita per accuse inesistenti”.

LEGGI ANCHE: Vessicchio contro gli interisti: “Siete le persone peggiori, vi auguro ogni male sportivo” – VIDEO

Patteggiamento Juventus manovra stipendi, ecco che cosa è successo: è arrivata l’ufficialità della sentenza.

VESSICCHIO CONTINUA: “LA JUVENTUS HA RICEVUTO UN DANNO ENORME QUASI COME QUELLO DEL 2006”

“La Juventus ha ricevuto un danno grandissimo, l’hanno fatta fuori dalla Champions League, dalla Conference League e perderà oltre 100 milioni di euro. Rischia poi di non andare nemmeno al Mondiale per Club. Un danno enorme e mai visto quasi come quello del 2006 per reati non commessi. Le sentenze sono state farlocche. Ma vi immaginate se non avessero patteggiato? Il danno è stato di oltre 200 milioni di euro e volevano annullarla. Una vergogna mondiale visto che hanno distrutto la società di Andrea Agnelli”