Juventus, Allegri: “Arthur è arrivato in ritardo all’allenamento, non è convocato. Domani partita a rischio”

Juventus, l'allenatore Massimiliano Allegri in conferenza stampa
Foto: profilo Twitter Juventus

L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, ha parlato alla vigilia della sfida di campionato contro il Venezia:

Qual è il prossimo step che deve fare la sua squadra?

“È la partita di domani, che credo sia complicata. Se non erro, il Venezia in casa ha segnato molto: solo con l’Inter, credo, non ha fatto gol. Comunque gioca ed è spensierata, poi viene da una brutta sconfitta col Verona. Avevano dominato il primo tempo, domani giocano con la Juventus e cercheranno di fare un’impresa storica. Noi dobbiamo metterci al pari loro, a livello di mentalità e corsa”.

De Sciglio come sta?

“Bene, McKennie non ancora e si aggrega settimana prossima. Ramsey è ancora fuori, poi gli altri, a parte Arthur, che stamani è arrivato in ritardo all’allenamento e non sarà convocato”.

Le prossime partite contro squadre che vi aspettano possono mettervi in difficoltà:

 “Siamo nettamente al di sotto della media a livello di percentuale realizzativa: dobbiamo essere più lucidi e cattivi sotto porta, al momento la percentuale di realizzazione è troppo bassa per essere alla Juve. Per un gol servono cinque occasioni. È poco. Domani, l’ho detto già dopo la Champions, è una partita a rischio, grosso, se la interpretiamo in un modo. Credo che i ragazzi abbiano capito l’importanza della partita, anche per il momento”.

Kaio Jorge deve giocare più spesso?

“In questo momento qui non abbiamo preso in considerazione questa ipotesi. Kaio Jorge è arrivato da tre mesi e mezzo, un po’ è stato fermo ma ora sta meglio. Avrà il suo spazio e giocherà”.

Cosa ha fatto Arthur?

“È semplice, è arrivato in ritardo. Farlo il giorno prima della partita non credo sia giusto: non sarà convocato, ma da martedì tornerà a essere con la squadra. Sono cose che capitano”.

Come sta Pellegrini?

“È cresciuto molto, credo che abbia molti meriti perché ha voluto rimanere alla Juventus. È cresciuto molto, sta crescendo e credo che possa migliorare ancora. È una valida alternativa per Alex Sandro”.

Leggi anche: Napoli, Insigne aspetta la chiamata di De Laurentiis per il rinnovo

Lascia un commento