HOME>NAZIONALI>Italia, un’altra vittoria con un pizzico di Zemanlandia

Italia, un’altra vittoria con un pizzico di Zemanlandia

Di Mattia Di Battista - il 11 Giugno 2019

L'articolo prosegue qui sotto

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM e TELEGRAM o SCARICA l'App

Italia ancora vittoriosa nella gara contro la Bosnia-Erzegovina nel girone J delle qualificazioni a Euro 2020, dopo una partita complicata.

Approccio propositivo, ma Italia in svantaggio nel primo tempo

A dispetto dell’avversario più temibile rispetto alla Grecia, gli azzurri giocano con lo stesso approccio a cui ci hanno abituato in queste ultime gare della gestione di Roberto Mancini. Possesso palla, pressing e grande intensità, nonostante qualche cambio rispetto alla formazione di sabato. Gianluca Mancini in luogo di Florenzi, Bernardeschi al posto di Chiesa Quagliarella per Belotti. La Bosnia, tutta raccolta nella propria metà campo, rischia di passare in vantaggio al 18′ con Višća, ma Bonucci sventa il tiro con un intervento provvidenziale in spaccata. I Dragoni provano ad alzare il ritmo e trovano il vantaggio al 32′ con  una magnifica azione finalizzata da Džeko. Accusato un po’ il colpo, l’Italia reagisce al 41′ con un tiro di Quagliarella deviato da Šehić. Ma gli azzurri sono sotto a fine primo tempo.

La riprende Insigne nel secondo tempo

Nella ripresa, Roberto Mancini si gioca subito la carta del falso nueve: fuori Quagliarella, dentro Chiesa. Ad aggiustare subito le cose ci pensa però Insigne con un capolavoro balistico. Olio su calcio d’angolo ed è 1-1 al 49′. Ma gli azzurri devono fare i conti con l’orgoglio slavo, soprattutto dei bosniaci abituati a cose peggiori. La squadra del croato Robert Prosinečki è tutt’altro che doma e si rende più volte pericolosa. Italia palesemente in difficoltà sull’intraprendenza dei bosniaci. Al 70′ occasione clamorosa per Insigne che ci prova di testa, ma Šehić gli dice no con un miracolo. Šehić ancora strepitoso, un minuto dopo, sullo stacco imperioso di Chiellini. Forcing finale azzurro, premiato dal colpo da biliardo di Verratti al minuto 86. L’Italia supera la prova del nove con la Bosnia.

Le parole di Mancini

«Le partite sono tutte difficili, specialmente quando giochi a fine campionato e contro una squadra come la Bosnia. Non era semplice ribaltare una partita così. Nel primo tempo non abbiamo pressato benissimo, ma nel secondo tempo abbiamo dominato e abbiamo fatto due bei gol. L’Italia è sempre stata una squadra di prima fascia.», ha commentato a caldo il CT Roberto Mancini. 

Ti piace scommettere? UNISCITI al canale Telegram di MondoCalcioNewsBetting

Loading...