HOME>SERIE A>Inter-Spal 2-0,Politano e Gagliardini fanno respirare i nerazzurri.Spalletti: “Troppo emotivi,il gol ci ha sbloccati.Icardi?Non parlo..”

Inter-Spal 2-0,Politano e Gagliardini fanno respirare i nerazzurri.Spalletti: “Troppo emotivi,il gol ci ha sbloccati.Icardi?Non parlo..”

Di Alberto Zenofonte - il 10 Marzo 2019

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM e TELEGRAM o SCARICA l'App Android

INTER-SPAL 2-0

RETI: 67′ Politano, 78′ Gagliardini 

Inter (4-3-3): Handanovic; Cedric, De Vrij, Miranda (46′ Ranocchia), Dalbert; Gagliardini, Brozovic (43′ Candreva), Joao Mario; Politano (74′ Borja Valero), Lautaro Martinez, Asamoah. All. Spalletti

Spal (4-4-2): Viviano; Bonifazi, Vicari, Felipe (73′ Paloschi), Fares; Missiroli, Schiattarella, Valoti (62′ Dickmann), Kurtic; Floccari (83′ Antenucci), Petagna. All. Semplici

Ammoniti: Gagliardini (I), Missiroli (S), Petagna (S), Valoti (S), Joao Mario (I) Felipe (S), Vicari (S), Ranocchia (I)

LA GARA

Sicuramente non una grande Inter ma visto il momento delicato della stagione i tre punti erano più che

Matteo Politano dopo il gol che ha sbloccato la gara

fondamentali,due gol arrivati nella ripresa prima con Politano e 12′ minuti con Gagliardini (dopo un primo tempo imbarazzante meglio nella ripresa quando l’Inter si schiera a tre in mezzo al campo).Ora i nerazzurri entreranno nella settimana forse più complicata della stagione,prima ci sarà Giovedì sera il ritorno di Europa League contro l’Eintracht di Francoforte mentre Domenica prossima ore 20:30 il derby in casa del Milan.Attualmente nella classifica generale i rossoneri rimangono avanti a +1 mentre la Roma (che giocherà domani sera contro l’Empoli) dista 6 lunghezze.

 

LE PAROLE DI POLITANO DOPO LA GARA

“Una gara molto difficile. Sapevamo che loro fossero bravi a difendere e nel contropiede: era importante riuscire a sbloccare il risultato. Oggi per noi era fondamentale vincere: nella prossima settimana giocheremo due partite che possono cambiare la stagione, per cui da domani penseremo già a giovedì. Sono molto contento per il gol, devo continuare su questa strada: non è mai facile giocare ogni due giorni, adesso dovrò recuperare ma in generale mi sento bene fisicamenteIl modulo? Proviamo queste soluzioni in allenamento, siamo stati bravi a interpretarlo bene. Venire ogni domenica a giocare qui a San Siro è uno spettacolo: i nostri tifosi sono sempre presenti e ci danno una grande mano”.

Luciano Spalletti

LE PAROLE DI SPALLETTI AI MICROFONI DI SKY

“All’inizio della partita nessuno era fuori posto, avevamo comunque undici giocatori dell’Inter e dovevamo far meglio. Ci siamo fatti strozzare da questa difficoltà, che a volte succede. Diventiamo più timidi, invece non bisogna fare confusione tra timidezza e timore: ci sta di essere emozionati, ma alla fine sono giocatori dell’Inter e bisogna superare questi momenti”.

Vittoria di carattere?
“No, noi questo fuoco dentro ce lo abbiamo. A volte diventa una fiammella. Guardate Gagliardini dopo il gol? Tutto un altro giocatore. Ma anche Dalbert, Joao Mario… tutti con un’altra convinzione, rientrati in possesso delle loro qualità. Dipende dall’emotività, la paura è una cosa differente. Non è possibile vedere quel primo tempo. Dalbert diventerà un grande giocatore, ad esempio. E infatti nella ripresa ha lasciato andare la gamba e ha spaccato la fascia sinistra”.

Icardi?
“Io di Icardi non ne parlo perché qualsiasi cosa dico poi viene tradotta in ogni modo possibile. Noi abbiamo un obiettivo comune che è la vittoria e la si ottiene non per forza essendo amici, ma con l’unione che occorre per portare a casa il risultato. Anche perché diventa difficile mantenere il contratto con l’Inter. Sono le vittorie che determinano che tu possa essere un calciatore dell’Inter. Quell’intenzione comune lì deve essere visibile per tutti, la devono percepire”.

Il gol di Politano?
“Lui deve stare lì, in quel recinto, e non a 150 metri dalla porta. Gran gol suo e gran gol di Gagliardini. E ci metto anche la prestazione di Lautaro. La mia squadra mi garbava nel secondo tempo, mi ci specchiavo”.

Il dialogo pre-gara col tifoso sugli spalti?
“Nessun litigio, anzi. Ho detto bravo a un tifoso che mi diceva “forza Inter” perché questo si deve dire allo stadio”.

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM e TELEGRAM o SCARICA l'App Android

Lascia un commento

Lascia un commento

Loading...