Inter-Roma 1-1, i nerazzurri si avvicinano alla CL ma sorride...il Milan! Spalletti: "Risultato giusto.Sul PSV...". Ranieri: "Un punto a San Siro ci sta".
REGISTRATI LOGIN -
HOME>SERIE A>Inter-Roma 1-1, i nerazzurri si avvicinano alla CL ma sorride…il Milan! Spalletti: “Risultato giusto.Sul PSV…”. Ranieri: “Un punto a San Siro ci sta”.

Inter-Roma 1-1, i nerazzurri si avvicinano alla CL ma sorride…il Milan! Spalletti: “Risultato giusto.Sul PSV…”. Ranieri: “Un punto a San Siro ci sta”.

20 Aprile 2019 - 23:14 di Alberto Zenofonte

IL TABELLINO

RETI: 14′ El Shaarawy (R), 61′ Perisic (I)

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij, Srkiniar, Asamoah; Vecino, Borja Valero; Politano (84′ Keita), Nainggolan (54′ Icardi), Perisic; Lautaro Martinez (79′ Joao Mario). Allenatore: Spalletti

ROMA (4-2-3-1): Mirante; Florenzi, Juan Jesus, Fazio, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Under (46′ Zaniolo), Lo. Pellegrini (81′ Kluivert), El Shaarawy; Dzeko. Allenatore: Ranieri

Ammoniti: Vecino (I), Cristante (R), Zaniolo (R)

LA PARTITA

Finisce 1-1 il big match tra Inter e Roma,uno scontro valevole per la corsa alla prossima Champions League.I

Ivan Perisic,autore dell’1-1 che salva i nerazzurri

giallorossi sbloccano la gara al 14′ con un grande gol ma da sottolineare l’ottimo primo tempo dei capitolini.Nella ripresa poi arriva la risposta di Ivan Perisic al 61′ che salva i nerazzurri  con il vincente colpo di testa,brivido finale con la Roma che sfiora il colpaccio con il tandem Dzeko-Kolarov con quest’ultimo che va alla conclusione ma trova un super Handanovic.L’Inter quindi rimane salda al terzo posto tenendo distanti  il Milan a 5 punti e 6 sugli uomini di Ranieri.

 

LE PAROLE DI LUCIANO SPALLETTI AI MICROFONI DI SKYSPORT:

 

Luciano Spalletti

“Risultato giusto. Abbiamo avuto occasioni, ma abbiamo anche lasciato degli spazi senza restare in ordine. Questo è un po’ il nostro tallone d’Achille. Per cui va bene, perché la Roma si è abbassata ulteriormente dopo il vantaggio: erano a 10 metri dall’area. Ci hanno lasciato il possesso palla che tende ad allargare i terzini che quando perdi palla diventa pericoloso. Meglio nel secondo tempo in cui siamo stati più ordinati e, piano piano, abbiamo scavato questo spazio per fare gol. Si poteva fare di più, abbiamo sbagliato dei palloni che non son consoni per il livello da Inter. Risultato però prezioso, anche vista come si era messa”

 

UN PENSIERO ANCHE SULLA SITUAZIONE EUROPEA:

“Bisogna fare un percorso, essere persuasivi con i calciatori. Che calcio si vuol fare? Non passare la palla al portiere? Tutte le grandi squadre cercano portieri che sappiano giocare con i piedi perché è la soluzione per liberare lo spazio quando l’avversario viene in pressing. Poi è chiaro che dipende anche dal momento in cui affronti certe squadre, come accaduto con l’Eintracht. Invece il Psv resta un dolore per noi, perché quella potevamo davvero vincerla, sebbene in Champions avevamo delle limitazioni che condizionano e ti vanno a intaccare anche le gare successive di campionato. Ma le nostre squadre hanno calciatori forti. Si può vincere e perdere, ma la professionalità sta nel modo corretto di lavorare”.

 

LE PAROLE DI CLAUDIO RANIERI AI MICROFONI DI SKY:

Claudio Ranieri

Si poteva fare di più?
“Siamo venuti qua per cercare di vincere. Potevamo capitalizzare di più, in due o tre occasioni l’Inter è stata brava a non farci ripartire facendo fallo. Però venire qui a San Siro e prendere un punto e cercare di vincerla fino all’ultimo ci può stare”.

Calo fisico? Atteggiamento?
“Credo che non fosse tanto un calo fisico quanto il fatto che sapevamo che con l’Inter il secondo tempo sarebbe stato duro. Parlerò con i ragazzi se è un calo fisico. È stata una partita con voglia di far vedere che ci siamo”.

Sul gol cosa ci dice?
“Ne avevamo parlato, Vecino è l’uomo che si inserisce sempre senza palla. Zaniolo non ha queste caratteristiche e Florenzi è andato a prendere l’altro. No scusate, era Cristante che doveva seguire Vecino, ne avevamo parlato”.

 

ULTIME DI MONDOCALCIONEWS

Joao Felix, attaccante del Benfica

Benfica, il presidente Soares: “Per Felix ci vogliono 120 milioni di euro”

Ormai non è una novità che Joao Felix, talento classe 1999 del Benfica, sia conteso tra i top club d’Europa.
Paulo Dybala, attaccante della Juventus

Juventus, Dybala: “Voglio continuare con questa maglia”

Paulo Dybala, attaccante della Juventus, è stato intercettato dalla stampa a margine di un evento Adidas a Milano: “Il mio
Dani Alves, ex giocatore della Juventus

Juventus, Dani Alves: “Mi sono sentito tradito”

Ai microfoni di ESPN Dani Alves, giocatore del PSG, ha parlato della sua esperienza alla Juventus: "L'anno ai bianconeri è stato spiacevole. Mi
Fiorentina Calcio

Fiorentina-Genoa e quel precedente del 1978

Fiorentina-Genoa: sfida all'ultimo sangue per la salvezza Fiorentina-Genoa è una delle partite più attese di quest'ultima giornata di Serie A, tra due squadre
Luca Toni, ex giocatore di Calcio

Juventus, Luca Toni: “Per il dopo Allegri vedrei bene Guardiola o Klopp”

Luca Toni, intercettato al 20° Pinocchio d'Oro, ha rilasciato un'intervista a TuttoMercatoWeb in cui ha trattato il tema della panchina
Serie B, il logo del campionato

Serie B, il TAR sospende la decisione della Lega sull’annullamento dei playout

Caos senza fine in Serie B. Quest'oggi il Tar del Lazio si è pronunciato sull'annullamento dei playout. La decisione è

Mondiale Under 20: sorriso Italia, battuto il Messico all’esordio

L'Italia bagna il proprio debutto al Mondiale Under 20 in Polonia battendo per 2-1 il Messico al termine di una
Inter, la curva nord

Inter-Empoli, Curva Nord: “Senza Champions tutti via, a fine partita o festa o guerra !!!”

Domenica è in programma la partita più importante della stagione per l'Inter. A San Siro arriverà l'Empoli di Andreazzoli, toscani
Joao Cancelo, esterno della Juventus

Il Manchester City offre 60 milioni alla Juventus per Cancelo

Secondo quanto riporta il giornale portoghese Record, il Manchester City è piombato prepotentemente sull'esterno della Juventus Joao Cancelo. I Citizens
Giorgio La Cava, presidente dell'Arezzo

Viterbese-Arezzo, aggredito il presidente La Cava nel pre-partita

Fatto spiacevole quello accaduto nel match dei playoff di Serie C tra Viterbese ed Arezzo. Prima dell'inizio del match, il

ARTICOLI CORRELATI