HOME>SERIE A>Inter, è finita l’Icardi-dipendenza?

Inter, è finita l’Icardi-dipendenza?

Di Redazione MCN - il 3 Settembre 2018

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM e TELEGRAM o SCARICA l'App Android

L’Inter ha trovato la prima vittoria stagionale battendo il Bologna per 3-0. Le reti di Naingollan, Candreva e Perisic. E Icardi? L’attaccante Argentino è finito in tribuna per un affaticamento accusato durante il riscaldamento e l’appuntamento con il primo gol stagionale è rimandato a dopo la sosta Nazionali.

Quello che ci ha detto questa giornata è che l’Inter, finalmente, ha trovato il modo di arrivare al gol senza dipendere dal bomber. Questo era uno dei limiti evidenziati nella passata stagione, dove Icardi aveva messo lo zampino in 29 dei 66 gol totali. Il nuovo sistema di gioco proposto da Spalletti permette ad altri giocatori di arrivare facilmente al tiro. Perisic,in particolare, lo si vede meno segregato largo a sinistra e più centrale. Lo stesso vale per Politano che per caratteristiche è abituato ad accentrarsi.

Inoltre il tanto atteso centrocampista d’incursione ha subito lasciato il segno. Naingollan rappresenta un upgrade importante ed una soluzione in più per l’Inter, poiché capace di risolvere una partita con un lampo.Se poi anche Candreva torna al gol al primo tiro in porta ( l’anno scorso non gliene sono bastati 73), allora Spalletti può essere felice e guardare avanti con fiducia.

Intanto Icardi può riprendersi dall’infortunio e prepararsi al meglio per la gara casalinga contro il Parma. Certo, potrebbe risparmiarsi la chiamata in nazionale oltreoceano, ma si può capire la voglia di Argentina che ha dentro Mauro.

L’Inter aspetta il suo Bomber, ma intanto si gode la prima vittoria.

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM e TELEGRAM o SCARICA l'App Android

Loading...