Il VAR stavolta sorride, inizia bene la seconda era Ranieri: “Grazie tifosi, ci siete stati vicini”

11 Marzo 2019 - 22:55 di

Copyright © 2018 - 2019 MondoCalcioNews.it - Riproduzione riservata

Una Roma incerottata e con gli uomini contati supera di misura l’Empoli per 2-1 nel posticipo del Lunedì, bagnando con i 3 punti il ritorno di Claudio Ranieri. Decisiva la rete di Patrick Schick mentre nel finale i toscani vedono annullarsi il gol del pareggio di Krunic per l’intervento del VAR

TABELLINO

ROMA (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, J.Jesus, Marcano, Santon; Cristante, Nzonzi; Kluivert (80’Karsdorp), Zaniolo (55’Perotti), El Shaarawy; Schick (86’Celar). All: Ranieri

EMPOLI (3-5-2): Dragowsky; Veseli, Silvestre, Dell’Orco; Di Lorenzo, Acquah (64’Brighi), Bennacer, Krunic, Pasqual (83’Ucan); Farias (79’Oberlin), Caputo. All: Iachini

Marcatori: 8’El Shaarawy, 12′ aut. Juan Jesus, 33’Schick

Note: espulso al 79’Florenzi per doppia ammonizione

UN PRIMO TEMPO INTELLIGENTE DELLA ROMA

Ranieri ha gli uomini contati e le scelte iniziali vanno di conseguenza. E’ la Roma che tutti si aspettano negli uomini ma anche nel sistema di gioco, che è un 4-2-3-1 che a volte somiglia ad un 4-4-2 con la posizione ibrida di Zaniolo sulla trequarti. Classico 3-5-2 per l’Empoli, che ha vinto una sola delle ultime 11 partite e che vede il Bologna arrivare da dietro dopo il successo di ieri contro il Cagliari. Il primo tempo è caratterizzato dal vento forte e la Roma disputa una gara di intelligenza. I giallorossi, fin dalle prime battute, mostrano pazienza e gestiscono con grande tranquillità il possesso palla, anche se faticano a guadagnare campo al fronte di un Empoli molto chiuso.

Lo stacco aereo di Patrick Schick vale la vittoria

Il vantaggio giallorosso arriva dopo solo 8 minuti ed è una perla di Stephan El Shaarawy, capocannoniere della Roma in questo campionato. Il faraone la piazza a giro all’angolino e mette subito la gara nella giusta direzione per gli uomini di Ranieri. Tuttavia la situazione favorevole per i capitolini dura soltanto 4 minuti, quando Marcano e Juan Jesus si scontrano in area e il brasiliano infila clamorosamente la propria porta di testa. Dopo un momento di affanno, con l’Empoli che prova a prendere coraggio, la Roma torna a fare il proprio gioco. Prima sciupa il nuovo vantaggio con Zaniolo in modo clamoroso, poi lo trova con un colpo di testa di Patrick Schick su cross di Florenzi. Importante il gol del ceco, lodato in conferenza stampa alla vigilia da Ranieri. Un primo tempo tutto sommato convincente della Roma si chiude col punteggio di 2-1.

RIPRESA CORAGGIOSA DELL’EMPOLI

Nel secondo tempo cambia totalmente l’atteggiamento dei toscani, che si tolgono di dosso le paure del primo tempo e iniziano finalmente a giocarsi la propria partita. La squadra di Iachini sembra completamente diversa e mette in serie difficoltà la Roma fin dalle prime battute. Pur non creando tantissime palle gol, l’Empoli sembra padrona del campo mentre i giallorossi soffrono soprattutto dal punto di vista fisico. Ranieri ha i cambi contati e nel rettangolo di gioco tanti calciatori non sono al meglio, chi per scarso utilizzo stagionale e chi reduce dalle fatiche di Champions. Il primo a dare la resa, dopo 10 minuti, è il già acciaccato Zaniolo, sostituito da Perotti. 

L’arbitro Maresca, autore di una direzione di gara non impeccabile. Nel finale il Var ha richiamato la sua attenzione, annullando il pari toscano

La gara si trascina via con la palpabile tensione della Roma e il coraggio dell’Empoli, che prova a pareggiare fino alla fine. Se i giallorossi sfiorano il tris con El Shaarawy in contropiede, i toscani vanno vicini al colpo grosso con un’inzuccata di Dell’Orco. Mentre Ranieri continua a perdere pezzi, con l’espulsione esagerata per doppio giallo di Florenzi e per la resa di Schick, sostituito dal giovane Celar, l’Empoli ci crede sempre più. Al minuti 89 gli ospiti troverebbero anche il gol del pari con un destro di Krunic ma il VAR, dopo un consulto, richiama l’attenzione dell’arbitro Maresca: rete annullata per un tocco di braccio del giovane camerunese Oberlin. Dopo ben 6 minuti di recupero arriva il fischio finale e Ranieri può esultare per 3 punti importantissimi in ottica Champions.

POST PARTITA

El Shaarawy: “Una vittoria importante, era quello che contava a prescindere dalle sofferenze. Il mister ci aveva chiesto di portare a casa la vittoria con le unghie e con i denti. Per fortuna stavolta il VAR è stato usato bene. Florenzi deve reagire e non deve abbattersi, non è colpa sua l’espulsione”

Ranieri: “Era una partita difficile, senza tanti uomini e con giocatori che non stavano bene. Questo mi fa essere positivo. Mancavano giocatori che sono leader e danno senso al gioco. Per questo non era facile e devo fare i complimenti alla squadra, che anche quando è rimasta in 10 è stata compatta. Ero sicuro che il gol sarebbe stato annullato perchè avevo visto subito il tocco di mano. La prima partita è andata, un grosso grazie ai tifosi che ci sono stati vicini quando era più importante”

Iachini: “Nel primo tempo abbiamo sbagliato molto sul piano tecnico quando entravamo in possesso di palla e questo non ci ha aiutati a sviluppare il nostro gioco. Mettiamoci anche un pò di timore nel giocare contro la Roma all’Olimpico ed ecco perchè nel primo tempo siamo stati poco propositivi. Nell’intervallo ne abbiamo parlato e abbiamo giocato un grande secondo tempo. Per quanto proposto meritavamo il pari, purtroppo nell’azione del VAR i due giocatori sono molto vicini ed è difficile in quel caso capire l’entità del fallo di mano”