Il destino beffardo di Leslie Lievesley e del Grande Torino
REGISTRATI LOGIN -
HOME>FOOTBALL STORY>Il destino beffardo di Leslie Lievesley e del Grande Torino

Il destino beffardo di Leslie Lievesley e del Grande Torino

03 Maggio 2019 - 07:30 di Mattia Di Battista

Il 4 maggio di settant’anni fa si consumava la Tragedia di Superga nella quale perì il Grande Torino, la squadra che aveva fatto sognare una tifoseria, una città e una nazione intera che stavano uscendo dalla miseria e dalla distruzione lasciate dalla Seconda Guerra Mondiale.  27 vite , tra dirigenti allenatori e giornalisti, compresi i quattro membri dell’equipaggio, spezzate su quell’aereo che cadde nei pressi della Basilica di Superga.

Una formazione del Grande Torino.

Leslie Lievesley, l’inglese che contribuì a plasmare il Grande Torino

Tra i protagonisti di quella meravigliosa epopea calcistica, c’era anche un’inglese sconosciuto ai più. Il suo nome era Leslie Lievesley.  La sua storia è tra le meno conosciute tra quelle di quella incredibile squadra sconfitta solo dal fato. Nato nel 1911, Lievesley aveva giocato da calciatore, nel ruolo di difensore, militando in diverse squadre tra le quali il Manchester United e il Crystal Palace. La sua carriera, però, s’interrompe nel 1939 con lo scoppio del secondo conflitto mondiale, a causa del quale Leslie si arruola nelle file della Royal Air Force.

Una carriera da allenatore tra Olanda e Italia

Terminata la guerra, Leslie Lievesley decide di cominciare la carriera da allenatore, ma non nel suo Paese. Nel 1946, infatti, accetta la proposta di diventare allenatore di una squadra olandese, l’Heracles Almelo e, l’anno successivo diventa preparatore atletico della Nazionale olandese. Le sue qualità di manager non passano inosservate nemmeno in Italia, dove per un breve periodo coadiuva il selezionatore della Nazionale Vittorio Pozzo, per poi approdare al Torino.

Risultati immagini per vittorio pozzo
Vittorio Pozzo, allenatore del Torino e dell’Italia, grande amico di Lievesley.

Il Grande Torino e il fatale appuntamento con il destino

La sua amicizia con Pozzo, si rivelerà prolifica per il Torino e per il calcio italiano. La squadra granata, infatti, era dominatrice assoluta della Serie A avendo vinto già tre scudetti consecutivi tra il 1945 e il 1948. Il Toro era diventato il Grande Torino. Leslie Lievesley approda nella società torinista nel 1948, dapprima come allenatore delle giovanili, e poi in prima squadra come collaboratore dell’allenatore Egri Erbstein. Il fato, però, sta per compiere una tragica beffa nei suoi confronti e di quella squadra che stava facendo sognare l’Italia intera. Già nell’aprile del 1948, di ritorno da un torneo giovanile internazionale, l’aereo che riportava la squadra di Lievesley impattò con un’ala l’hangar dell’aeroporto, fortunatamente senza conseguenze. Un anno e un mese dopo, il destino si ripresenta e non lascia scampo. La storia del Grande Torino e di Leslie Lievesley finisce in un piovoso pomeriggio del 4 marzo 1949 sulla collina di Superga che domina la città di Torino. Il giorno in cui morì un pezzo di storia del nostro calcio.

 

ULTIME DI MONDOCALCIONEWS

Coppa Italia Serie D, la finale tra Messina e Matelica

Il Matelica alza al cielo la Coppa Italia Serie D: battuto il Messina in finale (Highlights)

Il Matelica alza al cielo la Coppa Italia di Serie D 2018-2019. Nella finale a campo neutro il Messina esce sconfitto per 1 a 0 in virtù della rete messa a segno al 7' della prima frazione da Dorato con un bel colpo di testa. Il Matelica riesce a blindare
Sassuolo-Roma, terzo anticipo della 37^ giornata di Serie A

La Roma si allontana dalla Champions: solo 0 a 0 contro il Sassuolo

Nel terzo anticipo della 37^ giornata di Serie A, la Roma non riesce ad espugnare il Mapei Stadium, impattando 0 a 0 contro un coriaceo Sassuolo. Un pari che allontana quasi definitivamente la squadra di Claudio Ranieri alla qualificazione per la prossima Champions League. Le occasioni per passare in vantaggio
Manchester City, vincitore dell'FA Cup 2019

Il Manchester City serve il Triplete: Watford surclassato in finale di FA Cup (Sintesi)

Il Manchester City porta a casa l'FA Cup 2019 vincendo per 6 a 0 in finale contro il Watford. Reti decisive di De Bruyne, David Silva, Gabriel Jesus e Sterling (tripletta). Guardiola vince il terzo trofeo in stagione dopo la vittoria della Premier League e della Carabao Cup. [embed]https://www.youtube.com/watch?v=7EWe2aoZ4sk[/embed]
Udinese-Spal, anticipo della 37^ giornata di Serie A

Udinese, passo deciso verso la salvezza: Spal battuta 3 a 2

Nel primo anticipo della 37^ giornata di Serie A l'Udinese vince per 3 a 2 contro la Spal facendo un grande balzo in avanti per la salvezza diretta. Parte subito forte la squadra friulana che chiude il primo tempo sopra di tre reti grazie alle segnature di Samir ed Okaka

JUVENTUS-LIVE: segui con noi la conferenza d’addio di Massimiliano Allegri

DIRETTAMENTE DALL'ALLIANZ STADIUM A PARTIRE DALLE ORE 14 MASSIMILIANO ALLEGRI SARA' IN CONFERENZA CON IL PRESIDENTE ANDREA AGNELLI PER ANNUNCIARE L'ADDIO DALLA JUVENTUS: IL PRESIDENTE ANDREA AGNELLI HA ANTICIPATO CHE NON RISPONDERA' A NESSUNA DOMANDA SUL PROSSIMO ALLENATORE NEL FRATTEMPO IL PRESIDENTE ANDREA AGNELLI RACCONTA QUALCHE ANEDDOTO SU MASSIMILIANO ALLEGRI
Brasile, il logo della Nazionale

Brasile, la lista dei convocati per la Copa America

Il Commissario Tecnico della nazionale brasiliana Tite ha diramato la lista dei convocati che faranno parte della spedizione alla Copa America 2019. Di seguito i nominativi: Alisson, Ederson, Cassio; Dani Alves, Fagner, Alex Sandro, Filipe Luis, Thiago Silva, Marquinhos, Miranda, Eder Militao; Casemiro, Fernandinho, Arthur, Allan, Paquetá, Coutinho; Neymar, Everton,
Foggia Calcio

Foggia, respinto il ricorso: la Salernitana resta in Serie B

Il Collegio di garanzia del Coni si è pronunciato: il ricorso del Foggia sui punti di penalizzazione in classifica è inammisibile. Pertanto la Salernitana resta in Serie B, dopo aver evitato i playout. Confermati, dunque, i 6 punti di penalizzazione in graduatoria.
Maurizio Sarri, allenatore nel mirino della Juventus

Pedullà rivela: “Contatti tra Maurizio Sarri e la Juventus”

Alfredo Pedullà, noto giornalista di Sportitalia, ha rivelato un retroscena della corte juventina. Dopo il divorzio di questa mattina con l'allenatore Massimiliano Allegri, la società bianconera è in cerca del sostituto ideale. La Juventus potrebbe passare da un toscano ad un altro: secondo Pedullà Maurizio Sarri è nella lista dei
Lazio, Simone Inzaghi e Claudio Lotito

Lazio, Lotito: “Inzaghi alla Juve? Sarebbe un colpo dal punto di vista umano”

Claudio Lotito, Presidente della Lazio, ha rilasciato un'intervista ai microfoni del Corriere dello Sport toccando l'argomento del futuro di Simone Inzaghi: "Inzaghi alla Juventus? Ho sempre pensato che l'allenatore qui non è in discussione. Simone rappresenta la storia della Lazio, sia da giocatore che in panchina. Gli avrei fatto allenare la
Pep Guardiola, allenatore della Juventus

Guardiola: “Avete stufato, non andrò alla Juventus”

L'allenatore del Manchester City, Pep Guardiola, è intervenuto in conferenza stampa di fine stagione parlando dell'accostamento dei giornali alla panchina della Juventus: "Juve? Quante volte devo dirvelo? Avete stufato, rimango qui anche nella prossima stagione. Nel calcio si cambia, ma per ora sono l'allenatore del Manchester City. SCARICA L'APP DI MONDOCALCIONEWS

ARTICOLI CORRELATI