Grosso-Lione, è guerra: chiesto risarcimento danni mostruoso, il motivo

Grosso vuole il risarcimento danni dal Lione: chiesta una somma tra 1,5 e 2 milioni di euro

Dopo essere stato esonerato dall’Olympique Lione lo scorso 30 novembre, l’allenatore italiano Fabio Grosso ha deciso di chiedere un risarcimento danni alla società francese. Grosso è sotto contratto con il club fino a giugno 2024, e lo stesso vale per quattro membri del suo staff.

L’ex calciatore ha avviato la procedura legale chiedendo il risarcimento del danno che crede di aver subito. Con il contratto in essere fino al 2024, Grosso e il suo staff non possono cercare altre opportunità di lavoro, rappresentando un grave danno economico per loro. Per liberarsi da Grosso, l’Olympique Lione dovrà versare una cifra stimata tra 1,5 e 2 milioni di euro. Questo importo comprenderebbe il risarcimento per l’allenatore e il suo staff, evidenziando la serietà della richiesta di Grosso.

I rapporti tra Grosso e la dirigenza del Lione sembrano essere tesi, come dimostrato dai rumori uditi dai giocatori durante l’ultimo incontro tra l’allenatore e i vertici societari. La richiesta di risarcimento danni indica che la rottura tra le parti è significativa. Durante la sua breve permanenza alla guida dell’Olympique Lione, Grosso ha diretto la squadra per sette partite, ottenendo una vittoria, due pareggi e quattro sconfitte. L’esperienza è stata segnata anche dall’incidente di Marsiglia, in cui Grosso rischiò seri danni fisici a causa di un sasso lanciato contro la sua auto.

Lascia un commento