Foto: logo Sampdoria

Passo falso casalingo per la Sampdoria Primavera, superata di misura, 0-1, al “3 Campanili” di Bogliasco dal Bologna, come riporta il sito ufficiale dell’U.C. Sampdoria.

Bloccati. I blucerchiati di Tufano fanno la partita ma la mole di gioco costruita risulta sterile. Al 25’ Paoletti sfiora il palo con il mancino, quindi è Di Stefano a concludere a botta sicura dall’interno dell’area al 29′ ma Bagnolini è attento e blocca a terra. Prima dell’intervallo, Yepes Laut lascia partire un rasoterra dal limite che trova ancora la pronta risposta del portiere rossoblù. Il risultato non si sblocca, si torna negli spogliatoi per l’intervallo a reti inviolate.

Condanna. Al rientro in campo, il trend della gara non cambia. È la Sampdoria a condurre il gioco, sfiorando nuovamente il vantaggio in due occasioni ravvicinate al 12′ con Malagrida e Di Stefano. Al 25′ ancora Di Stefano smarca Paoletti in area ma il numero 8 calcia altissimo. Le occasioni sprecate nel calcio si pagano e su una ripartenza del neoentrato Paananen, Raimondo infila da fuori area l’angolino basso alla sinistra di Esposito e ci condanna alla sconfitta.

Sampdoria 0
Bologna       1
Reti: s.t. 30′ Raimondo.
Sampdoria (3-4-3): Esposito; Mane (39′ Perego), Aquino, Bonfanti (24′ s.t. Samotti); Somma (s.t. Pozzato), Paoletti, Yepes Laut, Migliardi; Malagrida, Di Stefano, Polli (24′ s.t. Montevago).
A disposizione: Tantalocchi, Pozzato, M. Sepe, Chilafi, Bianchi, Leonardi, Porcu, Catania, Lika.
Allenatore: Tufano.
Bologna (4-4-2): Bagnolini; Amey (43′ s.t. Arnofoli), Motolese, Stivanello, Corazza; Cavina, Casadei, Wieser (1′ s.t. Pietrelli), Pyyhtia; Raimondo (43′ s.t. Sigurpalsson), Pagliuca (24′ Onesti, 28′ Paananen).
A disposizione: Petre, Franzini, Urbanski, Karlsson, Cossalter, Bartha, Annan.
Allenatore: Vigiani.
Arbitro: Longo di Cuneo.
Assistenti: Salama di Ostia Lido e Bonomo di Milano.
Note: ammoniti al 42′ p.t. Amey, al 16′ s.t. Migliardi per gioco scorretto; recupero 0′ p.t., 5′ s.t., terreno di gioco in sintetico.

Articolo precedenteSerie A, parla Budel: “Il Napoli ha grandi possibilità di vincere lo scudetto, ma occhio alla Juventus”
Articolo successivoSerie A, parla Paolo Condò: “Il Napoli? E’ una squadra attrezzata per poter competere per lo scudetto”