Fuorigioco Bonucci, comunicato shock dell’AIA: “Candreva non visto perché una telecamera non era a disposizione del VAR”

Incredibile comunicato ufficiale su Juventus-Salernitana dopo il clamoroso errore del VAR. Ecco la spiegazione sulla svista arbitrale del 94′ dopo il gol di Arkadiusz Milik.

Foto: profilo Twitter Juventus

FUORIGIOCO BONUCCI, COMUNICATO SHOCK

Attraverso un comunicato ufficiale è stata spiegata la svista arbitrale sul gol di Arkadiusz Milik contro la Salernitana. Le polemiche non si sono placate perché dopo il match è saltato fuori un errore tecnico che ha messo in difficoltà il direttore di gara. E’ l’ANSA a pubblicare il comunicato ufficiale, attraverso alcune fonti interne all’AIA, in cui sono scritte le motivazioni dell’errore sul fuorigioco inesistente di Leonardo Bonucci. “Candreva non è stato visto”, è questa la spiegazione principale all’interno della nota. Le immagini non sono chiare e non hanno permesso all’arbitro di prendere una corretta decisione dopo il gol annullato. Richiamato al monitor, il direttore di gara non ha potuto far altro che fischiare il fuorigioco a Bonucci, annullando di fatto il gol di Milik. Di seguito l’intero comunicato.

JUVENTUS-SALERNITANA, ECCO IL COMUNICATO SULLA POSIZIONE DI CANDREVA

Sul web si sono succedute tantissime immagini in cui si nota Antonio Candreva tenere in gioco tutti i giocatori della Juventus in occasione del gol annullato a Milik. Secondo il comunicato, il VAR non avrebbe avuto a disposizione tutta l’immagine del campo, e per questo motivo Candreva non è stato notato. Ecco la nota: “L’Organo tecnico della CAN ha visionato tutte le immagini che sono state messe a disposizione del VAR e dell’AVAR, non riscontrando alcuna corrispondenza con il video in questione. Lo stesso Organo, ha anche chiesto espressamente alla società che fornisce il servizio tecnologico per il VAR, per la gara Juventus-Salernitana, ma la risposta che veniva fornita è che la camera non era a disposizione del VAR. Pertanto, non fruibile dagli arbitri”.

Tutte le news sul calciomercato e non solo: CLICCA QUI

LEGGI ANCHE