HOME>SERIE B>Foggia, contro il Cosenza si arresta l’effetto della “pareggite”

Foggia, contro il Cosenza si arresta l’effetto della “pareggite”

Di Mattia Di Battista - il 1 Marzo 2019

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM e TELEGRAM o SCARICA l'App Android

L'articolo prosegue qui sotto

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM e TELEGRAM o SCARICA l'App Android

Foggia-Cosenza:  primo tempo bloccato da un autogol

Primo sussulto della gara al 9′ minuto con un diagonale rasoterra dell’attaccante Iemmello respinto dal portiere del Cosenza Perina. All’11’ i silani si divorano un’occasione incredibile: Tutino sulla destra mette al centro per l’inserimento di Mungo che spara alto un rigore in movimento. Lo stesso Mungo ci riprova al quarto d’ora con un tiro al volo su cross dalla fascia destra; tentativo apprezzabile ma mira imprecisa. Al 18′ risponde il Foggia con un tiro perentorio di Chiaretti facilmente parato da Perina. I satanelli sbloccano la gara al 22′ grazie ad una punizione battuta dalla sinistra dal solito Kragl e deviata dal difensore del Cosenza Dermaku, protagonista di una sfortunata autorete. Dopo l’1-0, i rossoneri fanno possesso palla riuscendo a limitare la reazione avversaria fino al duplice fischio. Un parziale che lascia molti rimpianti alla formazione ospite, soprattutto per l’occasionissima di Mungo ad inizio gara.

Foggia-Cosenza: La squadra di Braglia prova a pareggiare nel secondo tempo, ma non basta

Nella ripresa il Cosenza prova a rimettere in equilibrio la gara con più convinzione. Al 53′ Maniero devia di testa una punizione dalla trequarti ma non inquadra lo specchio della porta. L’ex centravanti del Pescara, però, lascia il posto a Litteri al 10′ minuto. I “Lupi della Sila” provano a fare la partita con aggressività. Al quarto d’ora del secondo tempo, Garritano centra l’esterno della rete su cross di Baez dall’out di destra. Anche Garritano, poco dopo, lascerà il posto a Sciaudone. Dal canto suo, il Foggia contiene le sfuriate degli ospiti con ordine ma è più rinunciatario in fase di possesso rispetto al primo tempo. La girandola di sostituzioni è l’unica cosa da segnalare negli ultimi venti minuti e non sortisce alcun effetto sull’evolversi della partita. Il parziale non cambia, nonostante Iemmello abbia l’occasione al 92′ per chiudere la partita, senza sfruttarla. Alla fine il Foggia torna al successo che mancava allo “Zaccheria” dallo scorso 14 dicembre.

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM e TELEGRAM o SCARICA l'App Android

Lascia un commento

Lascia un commento

Loading...