Fiorentina-Milan, i quarant'anni di una rivalità
REGISTRATI LOGIN -
HOME>FOOTBALL STORY>Fiorentina-Milan, i quarant’anni di una rivalità

Fiorentina-Milan, i quarant’anni di una rivalità

11 Maggio 2019 - 07:40 di Mattia Di Battista

Fiorentina-Milan, l’anticipo della 36° giornata

Fiorentina-Milan sarà il match di cartello del sabato sera nella 36° giornata di Serie A. Una partita fondamentale, soprattutto per i rossoneri che si giocano l’obiettivo quarto posto per la Champions League, in un periodo molto complicato della loro stagione. Situazione diversa in casa viola, dove la squadra guidata dal grande ex Vincenzo Montella (subentrato a Pioli) è da tempo fuori dalle coppe europee e non vince da ormai due mesi. A Firenze, insomma, l’unico obiettivo è salvare l’onore.

L’ennesimo capitolo di una rivalità lunga quattro decenni

Fiorentina e Milan, due delle squadre più blasonate del campionato italiano e divise da una rivalità nata ormai quarant’anni fa. Tutto cominciò nella stagione 1978/79, l’anno della prima stella rossonera e un anno deludente per i viola, con una scazzottata fra le due tifoserie dopo un Milan-Fiorentina a San Siro. Da allora iniziò una rivalità che si è riacutizzata verbalmente in tempi più recenti. Dal 3-7 rifilato al Franchi dal Milan degli invincibili di Fabio Capello nella stagione 1992/93, al burrascoso trasferimento di Riccardo Montolivo da Firenze a Milano nel 2012.

Risultati immagini per fiorentina-milan 1993

Un’azione di Fiorentina-Milan del 1993, finita 7-3 per i rossoneri.

Le sfide per l’Europa degli ultimi anni ed alcuni trasferimenti celebri

La rivalità tra i fiorentini e i milanisti si è riaccesa negli ultimi anni, con le due squadre che spesso si sono contese un piazzamento per le competizioni europee, tanti giocatori passati da una casacca all’altra e con più di qualche polemica. Tutto è ricominciato nel 2012, quando il centrocampista Montolivo si accasò al Milan da svincolato con la Fiorentina, causando molto malumore nella società e nei tifosi di Firenze. L’anno seguente, le due formazioni furono protagoniste di un serrato duello per il terzo posto. Ad aggiudicarselo fu il Milan di Max Allegri. Un duello che, dopo una battaglia verbale tra i due allenatori e qualche polemica arbitrale, ebbe un seguito anche nella stagione successiva. L’ex milanista Massimo Ambrosini concluse la carriera a Firenze e si presentò posando con un tifoso viola che indossava una maglia con la scritta: “Rigore per il Milan!”.

Risultati immagini per massimo ambrosini rigore per il milan

Stasera le due squadre scenderanno in campo con obiettivi diversi ma con stati d’animo molto simili. Staremo a vedere se, anche stavolta, le polemiche accompagneranno la sfida tra i gigliati e i Diavoli.

ULTIME DI MONDOCALCIONEWS

Coppa Italia Serie D, la finale tra Messina e Matelica

Il Matelica alza al cielo la Coppa Italia Serie D: battuto il Messina in finale (Highlights)

Il Matelica alza al cielo la Coppa Italia di Serie D 2018-2019. Nella finale a campo neutro il Messina esce sconfitto per 1 a 0 in virtù della rete messa a segno al 7' della prima frazione da Dorato con un bel colpo di testa. Il Matelica riesce a blindare
Sassuolo-Roma, terzo anticipo della 37^ giornata di Serie A

La Roma si allontana dalla Champions: solo 0 a 0 contro il Sassuolo

Nel terzo anticipo della 37^ giornata di Serie A, la Roma non riesce ad espugnare il Mapei Stadium, impattando 0 a 0 contro un coriaceo Sassuolo. Un pari che allontana quasi definitivamente la squadra di Claudio Ranieri alla qualificazione per la prossima Champions League. Le occasioni per passare in vantaggio
Manchester City, vincitore dell'FA Cup 2019

Il Manchester City serve il Triplete: Watford surclassato in finale di FA Cup (Sintesi)

Il Manchester City porta a casa l'FA Cup 2019 vincendo per 6 a 0 in finale contro il Watford. Reti decisive di De Bruyne, David Silva, Gabriel Jesus e Sterling (tripletta). Guardiola vince il terzo trofeo in stagione dopo la vittoria della Premier League e della Carabao Cup. [embed]https://www.youtube.com/watch?v=7EWe2aoZ4sk[/embed]
Udinese-Spal, anticipo della 37^ giornata di Serie A

Udinese, passo deciso verso la salvezza: Spal battuta 3 a 2

Nel primo anticipo della 37^ giornata di Serie A l'Udinese vince per 3 a 2 contro la Spal facendo un grande balzo in avanti per la salvezza diretta. Parte subito forte la squadra friulana che chiude il primo tempo sopra di tre reti grazie alle segnature di Samir ed Okaka

JUVENTUS-LIVE: segui con noi la conferenza d’addio di Massimiliano Allegri

DIRETTAMENTE DALL'ALLIANZ STADIUM A PARTIRE DALLE ORE 14 MASSIMILIANO ALLEGRI SARA' IN CONFERENZA CON IL PRESIDENTE ANDREA AGNELLI PER ANNUNCIARE L'ADDIO DALLA JUVENTUS: IL PRESIDENTE ANDREA AGNELLI HA ANTICIPATO CHE NON RISPONDERA' A NESSUNA DOMANDA SUL PROSSIMO ALLENATORE NEL FRATTEMPO IL PRESIDENTE ANDREA AGNELLI RACCONTA QUALCHE ANEDDOTO SU MASSIMILIANO ALLEGRI
Brasile, il logo della Nazionale

Brasile, la lista dei convocati per la Copa America

Il Commissario Tecnico della nazionale brasiliana Tite ha diramato la lista dei convocati che faranno parte della spedizione alla Copa America 2019. Di seguito i nominativi: Alisson, Ederson, Cassio; Dani Alves, Fagner, Alex Sandro, Filipe Luis, Thiago Silva, Marquinhos, Miranda, Eder Militao; Casemiro, Fernandinho, Arthur, Allan, Paquetá, Coutinho; Neymar, Everton,
Foggia Calcio

Foggia, respinto il ricorso: la Salernitana resta in Serie B

Il Collegio di garanzia del Coni si è pronunciato: il ricorso del Foggia sui punti di penalizzazione in classifica è inammisibile. Pertanto la Salernitana resta in Serie B, dopo aver evitato i playout. Confermati, dunque, i 6 punti di penalizzazione in graduatoria.
Maurizio Sarri, allenatore nel mirino della Juventus

Pedullà rivela: “Contatti tra Maurizio Sarri e la Juventus”

Alfredo Pedullà, noto giornalista di Sportitalia, ha rivelato un retroscena della corte juventina. Dopo il divorzio di questa mattina con l'allenatore Massimiliano Allegri, la società bianconera è in cerca del sostituto ideale. La Juventus potrebbe passare da un toscano ad un altro: secondo Pedullà Maurizio Sarri è nella lista dei
Lazio, Simone Inzaghi e Claudio Lotito

Lazio, Lotito: “Inzaghi alla Juve? Sarebbe un colpo dal punto di vista umano”

Claudio Lotito, Presidente della Lazio, ha rilasciato un'intervista ai microfoni del Corriere dello Sport toccando l'argomento del futuro di Simone Inzaghi: "Inzaghi alla Juventus? Ho sempre pensato che l'allenatore qui non è in discussione. Simone rappresenta la storia della Lazio, sia da giocatore che in panchina. Gli avrei fatto allenare la
Pep Guardiola, allenatore della Juventus

Guardiola: “Avete stufato, non andrò alla Juventus”

L'allenatore del Manchester City, Pep Guardiola, è intervenuto in conferenza stampa di fine stagione parlando dell'accostamento dei giornali alla panchina della Juventus: "Juve? Quante volte devo dirvelo? Avete stufato, rimango qui anche nella prossima stagione. Nel calcio si cambia, ma per ora sono l'allenatore del Manchester City. SCARICA L'APP DI MONDOCALCIONEWS

ARTICOLI CORRELATI