Prima vittoria tra le mura amiche del “Garrone” per la Sampdoria Women, come riporta il canale ufficiale blucerchiato.

E che vittoria. Con una prestazione super le blucerchiate di Cincotta battono l’Inter per 3-0: apre e chiude il capitano Tarenzi, in mezzo un assolo di Re. La squadra di mister Cincotta è impeccabile, senza sbavature.

Cento. La Samp è immediatamente pericolosa in area avversaria: al 10′ con un colpo di testa di Tarenzi mette alla prova i riflessi di Durante, sulla respinta Re trova soltanto l’esterno della rete. Ma è solo il preludio al gol numero 100 in Serie A del capitano: in un’azione tutta targata ex-Inter, Rincón fornisce un assist al bacio per il numero 27, che questa volta batte il portiere e segna l’1-0. Provvisorio, perché dopo soli due minuti, sugli sviluppi di un corner di Rincón, Re svetta di testa e trafigge per la seconda volta la porta nerazzurra. Una grande parata di Tampieri su Nchout salva la nostra porta al 29′  prima che Pisani s’infortuni e faccia spazio a Spinelli. Al 44′ poi una doppia occasione in area ospite con Auvinen e Re chiude di fatto la prima frazione.

Festa. Nella seconda il Doria tiene sotto controllo il match. Le nerazzurre provano a rendersi pericolose soltanto al 31′ con Marinelli che entra in area e mette in mezzo un pallone rasoterra sul quale nessuna delle compagne trova la deviazione vincente. E allora, al 37′, sono ancora le blucerchiate e gonfiare la rete, nuovamente con Tarenzi, che di testa, sul terzo assist di giornata di Rincón, sigla la doppietta personale e il definitivo 3-0. La Samp fa festa, ma c’è poco tempo: giovedì 14 a Bogliasco è in programma il recupero con il Pomigliano.

Sampdoria     3
Inter                 0
Reti: p.t. 13’ Tarenzi, 15′ Re; s.t. 37′ Tarenzi.
Sampdoria (4-3-1-2): Tampieri; Novellino, Auvinen, Pisani (33′ p.t. Spinelli), Boglioni (20 ‘s.t. Seghir); Giordano, Re, Fallico; Rincón (38’ s.t. Berti); Tarenzi, Martínez.
A disposizione: Babb, Helmvall, Bursi, Musolino, Battelani, Carp.
Allenatore: Cincotta.
Inter (4-4-2): Durante; Merlo, Sønstevold, Marinelli, Landström; Brustia, Portales (19′ s.t. Polli), Simonetti, Csizàr, Pandini (12′ s.t. Karchouni); Nchout, Marinelli.
A disposizione: Cartelli, Gilardi, Santi, Brustia, Pavan, Passeri, Vergani.
Allenatore: Guarino.
Arbitro: Nicolini di Brescia.
Assistenti: Munerati di Rovigo e Bertozzi di Cesena.
Quarto ufficiale: Cortese di Bologna.
Note: ammonite al 31′ s.t. Fallico, al 48′ s.t. Re per gioco scorretto; recupero 2′ p.t. e 6′ s.t.; terreno di gioco in sintetico.

Articolo precedenteJuventus attenta, su Chiesa ci sarebbero due big della Premier League
Articolo successivoSampdoria Women, Tarenzi: il capitano blucerchiato raggiunge (e supera) le 100 reti in serie A