Inter femminile, allo scoperta di Martina Brustia

Fonte foto: Profilo Twitter Inter Women

SEGUICI SU

Tutto quello che c’è da sapere sul terzino dell’Inter Martina Brustia

Martina Brustia nata a Novara il 4 luglio 1998 di professione terzino, racconta la sua esperienza all’Inter al podcast  nerazzurro Team Talks. Tanti spunti interessanti, dati dalla giovane calciatrice italiana, durante l’intervista: dal perché il ruolo di terzino al suo futuro calcistico e professionale. Di seguito le parole di Martina Brustia 

Martina Brustia sul suo ruolo da terzino

Il mio giocare da terzino è nata da un’occasione l’anno scorso. Merlo era stata espulsa e c’era bisogno di una giocatrice che ricoprisse quel ruolo e il mister ha deciso che secondo lui potevo farlo, tra l’altro contro la Juventus. Adesso sto continuando ad imparare quel ruolo. Già da mezz’ala avendo una buona corsa davo anche una mano più in fase difensiva che offensiva.

Martina Brustia sul suo futuro dopo il calcio

Io non credo di giocare ancora 5/6 anni, è un periodo lungo. Ho però grandi obiettivi, l’Inter è una squadre giovane con obiettivi importanti e nei prossimi anni dovremo puntare a toglierci delle soddisfazioni rispetto a quello che stiamo facendo ora. Grandi sogni ci sono, ma allo stesso tempo bisogna aprirsi anche un’altra strada perché, ad oggi, non potremo vivere sempre di calcio. Siamo a un punto di partenza dopo la laurea in Economia e Gestione Aziendale con la tesi su Digital Marketing nel mondo del calcio.

Martina Brustia sui suoi sogni europei

Le grandi d’Europa? Quando vedo grandi campionesse dico sempre che mi piacerebbe confrontarmi con loro“.

Consulta anche: in Arabia Saudita torna la Women’s Football Cup 

Fonte: CalcioFemminileItaliano

 

COMMENTA L'ARTICOLO