Napoli, Gattuso: “Siamo stati dei polli. Assenze? Domani faremo la conta, Politano fatica a correre”

Fonte foto: Profilo Twitter Napoli

SEGUICI SU

Un Napoli decimato dalle assenze cade sul campo del Granada per 2-0 nell’andata dei sedicesimi di Europa League. Al termine della partita, intervistato dai microfoni di Sky Sport, Gennaro Gattuso ha rilasciato alcune dichiarazioni.

SULLA PARTITA: “Abbiamo creato qualcosa, abbiamo sbagliato l’approccio. Per come eravamo messi meritavamo di più. La priorità è recuperare giocatori, dove andiamo senza recuperare nessuno, anche se passiamo siamo contati. Nel calcio non c’è fato o destino, solo errori. Siamo stati dei polli, abbiamo sbagliato delle coperture e abbiamo pagato a caro prezzo. Siamo stati imprecisi, abbiamo fatto il massimo“.

SU OSIMHEN: “Fermo 93 giorni, non è al 100%. Osimhen deve trovare continuità e brillantezza, in questo momento ha tante pause, non riesce a scattare bene. Deve migliorare ma il problema è collettivo“.

SULLA LEADERSHIP: “Ci deprimiamo, pensiamo troppo agli errori. Lo dicevo ad Elmas, che ha sbagliato e si deprime. Nel calcio si sbaglia, non dobbiamo rimarcare gli errori. Dobbiamo migliorare“.

SULLE PRESTAZIONI RECENTI: “Non si può parlare di condizione fisica, abbiamo tenuto bene anche nel secondo tempo il Granada. Non gli abbiamo fatto fare niente e abbiamo creato. Non abbiamo fatto neanche cambi, fisicamente stiamo bene. Quando prendi due gol vai in difficoltà ed è normale“.

SUI RECUPERI: “Non lo so, domani faremo la conta. Non è facile, situazione difficile. La priorità, come ho detto, è provare a recuperare qualcuno. Politano ha male al costato, fa fatica a correre. Inutile piangere, troveremo soluzioni“.

LEGGI ANCHE: Europa League, risultati andata sedicesimi: italiane in chiaroscuro, vincono Manchester United e Tottenham

COMMENTA L'ARTICOLO