Milan-Celtic 4-2. Pioli: “Vinto con qualità e cuore. Qualificati? Ecco cosa farò ora”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

La corsa del Milan in Europa League prosegue: vittoria sugli scozzesi del Celtic e pass per i sedicesimi. Unica nota stonata: l’infortunio di Kjaer.

Il Milan va avanti. La partenza shock non ferma la squadra di Pioli, che sotto 0-2 (con evidenti colpe di Krunic) tira fuori gli attributi e rimonta il Celtic, vincendo per 4-2. I rossoneri continuano il loro momento di grazia, spinti da un ottimo Hauge, autore di un gol (bellissimo) e un assist, decisivi per completare la rimonta avviata da Calhanoglu e Castillejo. Nel finale il gol di Brahim Diaz mette la ciliegina sulla vittoria e sulla qualificazione, rendendo più leggera la trasferta di giovedì prossimo a Praga. La vera nota stonata della serata, però, è l’infortunio di Kjaer, uscito dopo pochi minuti nel primo tempo, e per cui si teme un problema muscolare.

Le parole di Pioli

La partenza e la reazione: “Un passo avanti molto importante, una partita che ci darà spunti interessanti. Non abbiamo approcciato male la gara ma abbiamo commesso errori che hanno condizionato la gara. E’ un insegnamento per la squadra che deve continuare a credere e giocare. Abbiamo continuato ad attaccare e abbiamo vinto ancora una volta con grande qualità e cuore. Queste due caratteristiche ci porteranno lontano”.

Un altro record raggiunto: “Noi onestamente non pensiamo ai record ma pensiamo a crescere, ma è comunque un grande passo in avanti rimontare 2 gol. La voglia di riprendere una partita importante con delle difficoltà, anche a causa dell’uscita di Kjaer, dimostra che la squadra è squadra e vuole fare bene”.

Il gruppo: “Ho la fortuna di avere a disposizione, nonostante le assenze, tante soluzioni. Sono contento che Hauge stia dimostrando le sue qualità, credo che possa crescere ancora tanto. E’ da poco con noi, ha ancora qualche difficoltà con la lingua, alcune posizioni in campo per lui magari sono un po’ strane ma può crescere ancora. Bene che tutti si facciano trovare pronti perché avremo tante partite importanti da giocare”.

La qualificazione: “Il nostro obiettivo era cercare di vincere il girone, esserci qualificati con una giornata d’anticipo mi permetterà di fare scelte precise. Sarà un’opportunità per chi sta giocando meno”.

Foto: Twitter ufficiale Milan.

COMMENTA L'ARTICOLO