Celtic-Milan 1-3, Pioli: “Molti si aspettavano un passo falso. Per lo scudetto dipende dall’andamento della stagione”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Positivo l’esordio ai gironi di Europa League per il Milan. Vittoria importante sul campo del Celtic, che conferma l’ottimo inizio di stagione dei rossoneri. Un po’ di sofferenza nel secondo tempo, dovuta ad un calo del ritmo degli uomini di Pioli. Prime reti con il club milanese per Krunic e Hauge.

Inizio coraggioso dei padroni di casa. Al 5′ tiro di Ntcham centrale, dopo grande percussione di Ajer. Al 14′ però Castillejo rientra sul sinistro e mette un ottimo cross per Krunic, che di testa sigla il vantaggio e il suo primo gol in rossonero. Gli scozzesi dopo la rete si demoralizzano, e compiono parecchi errori tecnici, che permettono al Milan di controllare bene il gioco. Il raddoppio arriva al 42′ con Brahim Diaz, che sfrutta un assist di Theo Hernandez, dribblando prima un paio di avversari, per poi calciare all’angolino basso a sinistra.

Primo squillo importante del Celtic al 50′, con il tiro di contro balzo di Laxalt alto di poco. L’ex Milan non crea pericoli a Donnarumma. I rossoneri gestiscono molto bene il doppio vantaggio, anche grazie ai ritmi bassi. Verso il 60′ la squadra di Pioli inizia ad abbassarsi un po’ troppo e lascia spazio ad alcune buone iniziative dai padroni di casa. Il più pericoloso è Rogic, che si trova spesso in zona tiro, impreciso però nelle conclusioni. Da palla inattiva gli scozzesi trovano la rete, per accorciare le distanze. Al 76′ Elyounoussi colpisce i rossoneri di testa. Nei minuti finali il Milan va vicino al terzo gol con un cross teso di Krunic, sul quale Leao viene anticipato di pochissimo da Taylor. Il Celtic è ancora però all’attacco e Ntcham insidia Donnarumma con un tiro rasoterra a lato non di molto. Gli uomini di Pioli la chiudono grazie ad un’ altra prima volta, quella di Jens-Petter Hauge con la maglia rossonera. Nei minuti di recupero Bennacer con alcune ottime giocate fa partire un’ azione offensiva, conclusa dal norvegese, che si trova davanti al portiere e non sbaglia.

MARCATORI: 14′ Krunic (MI); 42′ Brahim Diaz (MI); 76′ Elyounoussi (CE); 90+2′ Hauge (MI)

DICHIARAZIONI POST-PARTITA: STEFANO PIOLI

Sulla partita

“Oggi è stata una partita buona. Nel secondo tempo meno lucidi e abbiamo rischiato qualcosa. Ma abbiamo vinto e abbiamo dimostrato di non essere una squadra normale, perché dopo il derby molti si sarebbero aspettati un passo falso”

Sui risultati positivi

“Credo che il segreto sia semplice. Stiamo lavorando tutti su un’unica direzione e vogliamo provare a crescere. Ci impegniamo ogni giorno e ogni elemento è disponibile. Il segreto è sia nella qualità dei giocatori, ma anche nell’ambiente, che è molto sereno e positivo”

Sulle paure per il futuro

“Sicuramente i risultati positivi danno fiducia. Sappiamo però che arriveranno momenti più complessi. Non dimentichiamoci anche l’età media di questa squadra. Siamo giovani e le figure, come Ibra, ci devono aiutare a crescere. La prossima partita è sempre quella più importante. Lunedì abbiamo una partita molto difficile e faremo di tutto per prepararci al meglio. La svolta è stata a Gennaio, anche grazie ad un mercato positivo. Siamo all’inizio di questo percorso”

Su Milan-Roma

” Le partite vinte in estate, compresa quella contro la Roma, ci hanno dato convinzione. Mi aspetto una Roma tosta, soprattutto per il loro reparto offensivo. Sarà una bella partita con due squadre propositive”

Sullo scudetto

“Crediamo di essere a buon punto. Nel corso della stagione , se alzeremo l’asticella, potremo forse giocarci le nostre opportunità. Sulla carta ci sono 3/4 squadre più forti, ma i pronostici possono essere ribaltati”

Fonte foto: AcMilan Instagram

COMMENTA L'ARTICOLO