HOME>ESTERO>Weah:”Se il Coronavirus si diffonde in Africa come in Italia sarà un disastro”

Weah:”Se il Coronavirus si diffonde in Africa come in Italia sarà un disastro”

Di Mattia Di Battista - il 24 Marzo 2020

Il Coronavirus spaventa anche l’Africa, la preoccupazione di un’ex gloria del Milan

Il Covid-19 è una emergenza ormai su scala globale. E potrebbe diventarlo ancora di più, visto che ci sono continenti come l’Africa che al momento, fortunatamente, non sono stati toccati dal virus come l’Italia o il resto dell’Europa. Lo sa bene anche una vecchia conoscenza del nostro calcio come George Weah. L’ex attaccante del Milan, attuale Presidente della Liberia, ha espresso tutta la sua preoccupazione in un’intervista alla Gazzetta dello Sport.

George Weah e la preoccupazione per la sua Africa

Ecco alcuni passaggi dell’intervista riguardanti il Coronavirus:«In Liberia per ora abbiamo riscontrato solo tre casi e ancor prima che fosse trovato il primo positivo avevamo preso misure preventive, specie negli aeroporti. Il primo caso lo abbiamo scoperto qualche giorno fa e stiamo cercando in ogni modo di contenere il contagio. Al Ministero della Sanità stanno facendo un enorme sforzo, la reazione del Governo è stata immediata. È una pandemia ed è tristissimo vedere così tanta gente morire. Questo virus è pericoloso per il mondo intero e ancor di più per l’Africa. Se si diffonde qui con la stessa violenza che ha avuto in Europa, per noi sarà un problema molto grave.»

L’Italia sempre nel cuore

Ma tra i pensieri del Pallone d’Oro 1996 Weah c’è anche il nostro Paese ed un suo grande amico ai tempi del Milan, ovvero Paolo Maldini, risultato positivo insieme al figlio Daniel:«Non ancora ho parlato con Paolo. Ho saputo ieri della sua positività e sono molto triste. Anche mio figlio Timothy è in quarantena in Francia ed è la cosa migliore che possa fare. Quello che succede in Italia mi colpisce profondamente, vedere tutte quelle persone morire ogni giorno mi intristisce tanto. Prego molto per il vostro Paese, l’Italia è sempre nel mio cuore.»

FOTO: George Weah, Twitter.

Lascia un commento

Loading...

Lascia un commento