SuperLega, il proprietario del Liverpool si scusa: “Mi dispiace e sono solo io il responsabile”

Fonte foto: Logo Liverpool

Dopo l’uscita del Liverpool dalla SuperLega ecco le parole del suo proprietario John W. Henry

Dopo nemmeno 48 ore il Liverpool ha abbandonato il progetto della SuperLega a causa le tantissime proteste ricevute sia dai tifosi che dagli addetti ai lavori, propri tesserati compresi. Il proprietario dei Reds, John W. Henry, ha deciso di scusarsi pubblicamente per il disagio creato in questi due giorni. Di seguito le sue parole:

“Voglio scusarmi con tutti i tifosi del Liverpool Football Club per il disagio che ho causato nelle ultime 48 ore. Inutile dirlo, il progetto presentato non sarebbe mai durato senza il supporto dei fan, nessuno la pensava diversamente in Inghilterra. In queste 48 ore è stato chiaro che non sarebbe rimasto in piedi, vi abbiamo sentito. E voglio scusarmi con Jürgen, Billy, i giocatori e tutti coloro che lavorano così duramente al LFC per rendere orgogliosi i nostri fan. Non hanno assolutamente alcuna responsabilità per questa cosa. Erano i più sconvolti, ingiustamente. Questo è ciò che fa più male. Amano il club e lavorano per renderti orgoglioso ogni singolo giorno. So che l’intero LFC ha l’esperienza, la leadership e la passione necessarie per ricostruire la fiducia e aiutarci ad andare avanti. Il nostro lavoro non è finito. E spero che capirete che anche quando commettiamo errori, è perché stiamo cercando di lavorare nel migliore interesse del tuo club. In questo sforzo vi abbiamo delusoAncora una volta, mi dispiace e solo io sono responsabile della negatività inutile portata avanti negli ultimi due giorni. È qualcosa che non dimenticherò. E mostra il potere che i tifosi hanno oggi e giustamente continueranno ad avere”.

Potrebbe interessarti anche: le parole di Ferguson sulla SuperLega
Fonte: Calciomercato.com

 

 

ULTIME NOTIZIE

Sorry! You are blocked from seeing ads