Stramaccioni lascia l’Esteghlal, sommossa popolare a Teheran

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Iran, finita la travagliata avventura di Stramaccioni con l’Esteghlal

Si è conclusa l’esperienza di Andrea Stramaccioni sulla panchina dell’ Esteghlal, squadra di Teheran militante nel campionato iraniano. Il tecnico italiano ha rescisso in maniera unilaterale il contratto che lo legava al club controllato dal Ministero dello Sport iraniano per “giusta causa”.

Stramaccioni lascia l’Iran, sommosse a Teheran

All’origine della decisione ci sarebbero impegni economici non mantenuti dalla società. La società avrebbe infatti aggirato irregolarmente le sanzioni imposte all’Iran, attirando anche l’attenzione della Federazione Asiatica che non permette ai tesserati di lavorare se il pagamento è irregolare. L’esperienza di Stramaccioni in Persia è stata piuttosto incidentata fin dall’inizio, ma l’allenatore era riuscito a portare la squadra al primo posto in campionato. Tanto che il suo addio ha causato una sollevazione popolare a Teheran con centinaia di tifosi che hanno manifestato sotto la sede del Ministero dello Sport, schierandosi con il tecnico.

Proteste che si aggiungono ad altre proteste

Sommosse che si aggiungono ad un clima già rovente nel Paese, attraversato da un’ondata di proteste negli ultimi giorni contro l’aumento del costo del carburante deciso dal regime degli Ayatollah. Le autorità temono ulteriori disordini nella Capitale. Tanto che la partita dell’Esteghlal in programma oggi per il campionato potrebbe disputarsi a porte chiuse.

FOTO: Twitter Esteghlal FC.

COMMENTA L'ARTICOLO