Solskjaer in bilico sulla panchina dello United: Allegri il sostituto?

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Le 6 scoppole rifilate dal Tottenham ai danni dei Red Devils hanno fatto suonare qualche campanello d’allarme in casa United. Si perchè nonostante una stagione passata (sopratutto la parte post-lockdown) chiusa in una maniera ottimale con un terzo posto e una Semifinale di Europa League, Ole Gunnar Solskjaer pare aver perso le redini dello spogliatoio. 3 punti in altrettante partite (con la prima da recuperare contro il Burnley) è un bottino troppo misero per una squadra di questo calibro. Ma sopratutto a far preoccupare è il fattore difensivo: 11 gol subiti, ripeto 11. 3 dal Crystal Palace, 2 dal Brighton e 6 appunto dalla vecchia volpe Jose Mourinho.

Contro gli Spurs è vero che Martial è stato espulso al 28° del primo tempo ma la sensazione data in campo dagli uomini del tecnico norvegese era di una squadra blanda che non riusciva a coesistere tutta insieme. Un puzzle tutto da sistemare. Ed è strano, molto strano perchè lo scacchiere titolare era la stesso dell’anno passato. Involuzione? Preparazione non ottimale? Influenza Calciomercato? Tante domande a cui può rispondere solo il campo.

Ma sopratutto tanti giocatori in difficoltà più totale: il primo Maguire, che ancora fa ’90 milioni di errori’ come il suo cartellino. Shaw non è più quello di una volta. Van De Beek, giovane con tanta personalità e voglia di strafare messo in panchina. E se ci mettiamo David De Gea, non più il portiere di 2 3 anni fa, arriviamo ai titoli di coda.

Il gong del mercato ha portato in sella Edinson Cavani, il centravanti che mancava. Ma a tenere le redini rimane Solskjaer e alla ripresa il calendario dice: Newcastle, Psg, Chelsea, Lipsia, Arsenal, Basaksehir ed Everton. O la va o la spacca insomma.

A Manchester gira voce che si starebbe già cercando un possibile sostituto, e a strizzare l’occhio potrebbe essere Massimiliano Allegri. Allenatore di assoluto livello che ha manifestato più volte la voglia di tornare ad allenare. Allegri è un maestro nella praticità, nello gestire -sia il campo che lo spogliatoio e questo potrebbe fare proprio al caso suo. Dunque in caso di separazione tra United e il tecnico Norvegese, perchè no puntare sull’allenatore italiano? Staremo a vedere.

foto: Profilo Twitter Solskjaer

COMMENTA L'ARTICOLO