Rivalità Storiche: West Ham-Tottenham. Dal curioso “lasagna-gate” agli scontri negli anni ’80

SEGUICI SU

La storia della strana rivalità della sfida West Ham-Tottenham. Le fasi più importanti di questo derby del Nord-Est di Londra

Londra è una città piena di calcio. Le squadre della capitale inglese sono numerose e l’intensità delle stracittadine è elevata, in particolari in alcuni casi specifici. West Ham-Tottenham lo possiamo definire come un North-East London Derby, ma la rivalità tra i 2 club non è la stessa che possiamo notare tra gli Spurs e l’Arsenal o tra gli Hammers e il Millwall. E’ un antagonismo fatto di episodi strani e sfottò. 2 tifoserie che non si amano particolarmente, ma che certamente hanno nemici peggiori. Gli Irons basano il loro odio per il Tottenham non solo sulla vicinanza geografica, ma anche sul comportamento arrogante e spocchioso dei rivali, considerati i più odiati di Londra, pur non avendo vinto moltissimi trofei. Dall’altra parte ci sono gli avversari, infastiditi dalla potenza della tifoseria del West Ham, che accusano spesso di supportare un club mai in alto nelle gerarchie del calcio inglese. “Per voi la partita contro il Tottenham è come la finale di Coppa“, l’attacco degli Spurs. “Vi stiamo raggiungendo”, la risposta minacciosa e anche ironica degli Hammers. Una rivalità sana e non proprio accesissima, arricchita però da alcuni momenti storici più caldi e decisamente più intriganti. Domani alle 13 le 2 squadre si affronteranno al London Stadium del West Ham, per la 25 esima giornata di Premier League. Il Tottenham sta vivendo un periodo negativo ed è sprofondato alla nona posizione. Le cose vanno meglio per gli Hammers, attualmente quarti insieme al Chelsea. Riscatto Spurs o scatto Champions per gli Irons? Il derby ci darà la risposta

I PRIMI ANNI E GLI SCONTRI NEGLI ANNI ’80

La prima contrapposizione tra i 2 club è Studenti contro Lavoratori. La nascita del Tottenham risale al 1882, con l’iniziativa di alcuni scolari membri del Hotspur Cricket Club. Serviva uno sport anche per l’inverno e il calcio sembrava quello più interessante e adatto. Più tardi venne aggiunta la parola “Tottenham” nel nome, per distinguersi da un’altra squadra chiamata London Hotspur. Il West Ham arrivò un po’ più tardi, nel 1895, e inizialmente era conosciuto come il Thames Ironworks FC. Già dalla parola intuiamo la provenienza operaia del club, formatosi grazie al direttore del cantiere navale Teams Ironworks, che propose il calcio ai suoi dipendenti come dopolavoro. Il primo scontro nel 1898 ebbe 4000 spettatori sugli spalti, seguito poi dai 2 match ad Upton Park e a White Hart Lane nel 1899; entrambe le partite furono vinte dal Tottenham con i risultati di 2-1 e 7-0.

Negli anni seguenti Spurs e Hammers non riuscirono ad affermarsi in modo costante a livello internazionale e nazionale, con il Tottenham sicuramente più competitivo, soprattutto negli anni ’60. In quel periodo le tifoserie stavano iniziando a contrapporsi in maniera sempre più aggressiva e violenta. Gli hooligans del West Ham ,in quegli anni chiamati West Ham Inter City Firm, erano e sono uno dei gruppi di tifosi più pericolosi e battaglieri. La loro storia è famosa, arricchita anche da alcuni documentari. Negli anni ’80 gli scontri tra i sostenitori degli Irons e i Tottenham Yids, chiamati cosi per per la forte presenza di ebrei nel gruppo degli Spurs, ebbero il loro apice. In numerose partite le forze dell’ordine si dovettero riunire in almeno 300 uomini, con l’ausilio dei cavalli, per riportare la calma tra le 2 tifoserie. Principalmente erano gli Hammers ad attaccare, scossi in quegli anni della crisi della classe operaia; avevano anche una tattica precisa nei combattimenti, che consisteva nel cercare di attuare l’offensiva sulla parte posteriore o anteriore degli schieramenti avversari.

GLI ANNI DUEMILA: IL LASAGNA-GATE E L’INCREDIBILE 4-3  DEL 2007

L’episodio chiave del nuovo millennio per la rivalità tra West Ham e Tottenham è relativo all’annata 2002/2003. Gli Irons si trovavano a dover affrontare le conseguenze della retrocessione, avvenuta nella passata stagione, che inevitabilmente portò molti giocatori a lasciare il club. L’attaccante degli Hammers, Jermain Defoe, sembrava però aver deciso di non abbandonare la squadra e siglò 15 gol nella prima parte del campionato della Serie B inglese. Anche alla fine della finestra invernale di calciomercato Defoe era destinato a continuare la sua avventura con il West Ham fino alla conclusione della stagione. Pochi minuti prima della chiusura delle trattative, che era fissata alle 17 dell’ultimo giorno, venne però annunciata la cessione del calciatore londinese. Per 7 mln Defoe venne acquistato proprio dai rivali del Tottenham, con i quali giocherà per ben 9 stagioni. Reazione rabbiosa da parte dei tifosi del West Ham, sorpresi dalla notizia.

La piccola rivincita per i tifosi del West Ham arrivò nel 2005/2006, con una bizzarra conclusione della stagione di Premier League. A Maggio Tottenham e Arsenal erano in corsa per un posto in Champions League, in una delle tante sfide di questo derby tra Gunners e Spurs. All’ultima giornata di campionato tutto era ancora in bilico. L’Arsenal era impegnato contro il Wigan, pienamente salvo e ormai lontano dalle coppe europee. Stesso discorso per il West Ham, che galleggiava a metà classifica. Gli Hammers erano gli avversari del Tottenham nell’ultima partita della stagione. L’Arsenal non ebbe problemi a sbarazzarsi del Wigan, sconfitto 4-2. Per gli Spurs i problemi incominciarono già dalla sera prima della sfida ad Upton Park.

I giocatori cenarono nell’hotel Canary Wharf con un pasto a base di lasagne e spaghetti alla bolognese (il secondo piatto è ancora inesistente nel nostro paese n.d.r). Qualcosa andò storto e i calciatori del Tottenham passarono una notte d’inferno, con problemi intestinali abbastanza seri. Il club chiese di rinviare la partita contro il West Ham, ma il match si disputò comunque. A 10 minuti dalla fine della partita, gli Hammers siglarono il 2-1 finale, che condannò gli Spurs. Niente Champions League e tante risate da parte dei tifosi di Arsenal e West Ham per l’episodio, che venne rinominato “Lasagna-Gate“. Venne poi scoperto che l’origine dell’infezione alimentare dei calciatori era dovuta ad una forma di gastroenterite, chiamata norovirus. Ancora oggi i tifosi degli Irons si divertono a prendere in giro gli avversari quando le 2 squadre si incontrano, lanciando rotoli di carta igienica sul campo da gioco. Sfottò molto creativo e sicuramente abbastanza inusuale.

I giocatori del Tottenham durante il match contro il West Ham

Ci fu la rivincita sempre ad Upton Park l’anno successivo. Era marzo 2007 e il West Ham navigava nelle acque poco sicure della bassa classifica, con 10 partite rimanenti per guadagnare la salvezza. La partita contro il Tottenham in casa era un appuntamento da non sbagliare per iniziare la scalata. Inizio di fuoco per gli Hammers, che riescono ad andare in vantaggio sul risultato di 2-0. Sembrava la giornata dei padroni di casa, ma proprio l’ex della sfida Defoe trasforma un penalty per accorciare le distanze. Arriva anche il pareggio con il colpo al volo di Tainio, con la delusione per i tifosi degli Irons. Ma un altro ex della sfida, Zamora, riporta in vantaggio il West Ham; il giocatore si era trasferito nel club proprio grazie all’operazione di mercato che portò Defoe al Tottenham. Sembrava fatta per il West Ham, ma una punizione di Berbatov e un gol negli ultimi minuti di Stalteri, protagonista a sorpresa del match, condannarono gli Irons alla sconfitta. Il West Ham si salvò comunque grazie ad uno splendido finale di stagione, ma i tifosi degli Spurs ,dopo quel rocambolesco 4-3, avevano avuto la sensazione di aver fatto retrocedere i rivali cittadini.

LA RIVALITA’ NEGLI ULTIMI ANNI: IL GOL DI LANZINI E LA QUESTIONE STADIO 

Nel recente periodo il Tottenham è riuscito a lottare per lo scudetto in un paio di occasioni, in particolare nelle stagioni 2015/2016 e 2016/2017. Nella prima gli Spurs si dovettero arrendere davanti all’impresa del Leicester di Ranieri. Nella seconda un altro italiano, Antonio Conte, portò il Chelsea alla vittoria finale. Nel 2016/2017 fino alle ultime battute il Tottenham continuò a mantenere il passo dei blues e il 5 Maggio 2017 la sfida contro il West Ham poteva portare i Lilywhites ad 1 punto dalla squadra dell’attuale allenatore dell’Inter. Anche in questo caso si creò una sorta di faida interna a Londra, con Chelsea e West Ham entrambe schierate contro il Tottenham. Sembrava una partita agevole per gli Spurs quella contro gli Hammers, che riuscirono però nell’impresa di fermare i rivali cittadini grazie al gol di Manuel Lanzini al 65′. Le speranze per la squadra di Pochettino erano totalmente svanite e il Chelsea poteva festeggiare insieme agli Irons.

La partita tra West Ham e Tottenham, finita 1-0 per gli Hammers

Un argomento che provoca proteste ancora oggi è quello relativo allo stadio. Nel 2012 Londra ospitò le Olimpiadi estive e la domanda che molti si posero era che fine avrebbe fatto lo stadio principale dei Giochi. West Ham e Tottenham avevano già iniziato a contendersi il futuro di questo spazio; gli Hammers lo volevano trasformare in uno stadio di calcio, mentre gli Spurs avevano intenzione di abbattere la struttura per modernizzare la zona e gli impianti. Gli Irons vinsero questa sfida e con 15 mln riuscirono a convertire il sito in un campo da calcio. Il Tottenham dovette spendere invece oltre 100 mln per lo stadio di White Hart Lane, facendo prima ricorso alla Corte per la decisione sull’assegnazione dell’arena olimpica ai rivali. Nulla da fare però per gli Spurs, le cui lamentele non si sono state ancora del tutto placate.

Domani l’appuntamento con il Lunch Match della domenica di Premier League ci offrirà quindi questo particolare Derby Londinese. Un derby che non avrà purtroppo la presenza dei tifosi sugli spalti, forse la vera forza della rivalità West Ham-Tottenham. Irons contro Spurs per l’atteso scontro della capitale inglese.

LEGGI ANCHE:

Rivalità Storiche: Ajax-Feyenoord,De Klassieker. Dalla Battaglia di Beverwijk all’ impiccagione di Vermeer

West Ham – Tottenham: dove vedere la diretta live e risultato

COMMENTA L'ARTICOLO