HOME>ESTERO>Il Nantes accusa il Cardiff City di sfruttare la morte di Emiliano Sala

Il Nantes accusa il Cardiff City di sfruttare la morte di Emiliano Sala

Di Mattia Di Battista - il 29 Gennaio 2020
Emiliano Sala, attaccante ex Nantes morto qualche mese fa

L'articolo prosegue qui sotto

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM, YOUTUBE, TELEGRAM e TWITTER o scarica l'App per ANDROID ed IOS

Un anno fa la morte di Emiliano Sala, continua la battaglia legale tra Cardiff City e Nantes

È passato poco più di un anno dalla tragica scomparsa del calciatore argentino Emiliano Sala, perito in un incidente aereo mentre si stava trasferendo da Nantes a Cardiff, per giocare nel Cardiff City. Una tragedia che ha lasciato segni sia dal punto di vista umano, ma anche sotto l’aspetto legale con un contenzioso che va avanti tra i due club senza esclusione di colpi.

Morte Emiliano Sala, le accuse del club gallese ai francesi

Una vicenda che si arricchisce di un’altro colpo di scena poco edificante. Sky Sports riporta che il Nantes ha accusato il Cardiff City di «sfruttare la morte di Emiliano Sala». Nei giorni scorsi, ll club gallese  annunciato di voler fare causa ai francesi per responsabilità sul decesso del calciatore. Il Cardiff punta il dito contro il proprietario del Nantes, Waldemar Kita, e l’agente Willie Mckay, in riferimento all’organizzazione del trasferimento del giocatore.

La replica dei transalpini

I canarini hanno replicato al Cardiff con una nota ufficiale:«L’FC Nantes ha sempre dimostrato un comportamento chiaro, fin dall’inizio degli eventi. Il nostro club ha sempre agito in buona fede, mentre il Cardiff City ha fatto ripetuti tentativi di destabilizzare l’opinione pubblica con falsità. Quella che sembra un’offensiva mediatica è dunque inappropriata, dato che abbiamo appena omaggiato Emiliano Sala pochi giorni fa e un giorno prima della presentazione delle memorie difensive del Cardiff dinanzi a Tribunale Arbitrale dello Sport.»

FOTO: Sky Sports UK.

 

loading...

Lascia un commento

Lascia un commento

Loading...