Guardiola: “Ci sono troppe partite, dovremmo ridurre il calendario”

Fonte foto: Profilo Twitter Manchester City

L’allenatore del Manchester City, Pep Guardiola, ha parlato in conferenza stampa della finale di Carabao Cup e non solo:

Meritiamo di essere in finale. Le semifinali sono state dure e ora vogliamo vincere. Abbiamo un occhio di riguardo alla Champions League e al Crystal Palace per la prossima gara di Premier. La Champions? Sì, vogliamo vincere la coppa, ma il PSG c’è e non sarà facile batterlo. La coppa più importante? La Premier League è il titolo più importante, poi la qualificazione alla Champions League, poi c’è la stessa Champions League, poi la FA Cup e poi la Coppa di Lega, ma vogliamo vincere ogni partita.

Superlega? Ognuno nel proprio lavoro ha una parte importante degli affari. Il calcio è anche business. Tutte le squadre e i tifosi vogliono i migliori giocatori e per questo devono ingaggiarli. Il capitolo è già chiuso. Tutti i club hanno rilasciato le loro dichiarazioni e noi dobbiamo cercare l’uguaglianza nei diritti umani e nello sport, così la società sarà migliore.

Calendario? Dovremo chiedere alla FIFA o alla UEFA di estendere l’anno a 400 giorni invece di 365 per giocare più partite. Non sono un esperto in Champions League, chiedo solo di ridurre il calendario e avere più tempo tra le partite. Quelli che decidono sono altri, dico la mia opinione. Se decidono che dobbiamo giocare altre 10 partite, allora si va avanti”.

FONTE: www.alfredopedulla.com

 

LEGGI ANCHE: UFFICIALE – Il Manchester City ha acquistato il giovane talento Kayky

LEGGI ANCHE: Lazio-Torino, ricorso fissato il 13 Maggio presso il Collegio di Garanzia

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Tutte le notizie su Champions League . Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale. Potrai trovare notizie dalla Serie A ai dilettanti.

Sorry! You are blocked from seeing ads