Compie 34 anni Sergio Ramos: Il giocatore più odiato nel calcio

Identikit perfetto della brutta reputazione

Oggi compie 34 anni uno dei calciatori  più vincenti ma allo stesso tempo uno dei più odiati del calcio, Sergio Ramos. Un capitano leggendario del Real Madrid, che sta vivendo la sua carriera in maniera trionfale al quale si aggiunge dell’odio. La domanda da porsi è: perchè odiare uno sportivo che vince così tanto? Le risposte a questa domanda sono molteplici, dall’atteggiamento umano in campo a quello calcistico. Ma la vera domanda dovrebbe rigirarsi in: perchè vince sempre? Forse perchè quando c’è da fermare qualcuno usando le maniere forti, sicuramente lui è proprio l’uomo in cui non si tira mai indietro. Per citare un esempio, si può fare ricorso all’episodio della finale di Champions a Kiev in quel Liverpool-Real che a 2 minuti dall’inizio della partita Ramos entrò durissimo su Salah che fu costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Un fallo a metà campo, ma sopratutto un entrata priva di senso logico. A Cardiff con la Juventus fece espellere Cuadrado per una simulazione dopo una “specie” di reazione del Colombiano per un presunto colpetto in faccia. Si può andare avanti e avanti, ma sta di fatto che Ramos rappresenta l’identità calcistica odiata nel mondo del pallone, nulla togliendo alla sua bacheca di immensi trofei.

Foto: twitter Ramos