Coman arriva su una McLaren e il Bayern s’infuria

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Coman, all’allenamento con una McLaren fa arrabbiare il Bayern Monaco

Kingsley Coman l’ha combinata “grossa”. L’ex esterno della Juventus, ora in forza al Bayern Monaco è stato protagonista nelle scorse ore di una “svista” che però potrebbe costagli caro. L’attaccante francese si è infatti recato al centro sportivo del Bayern a bordo di una McLaren 570S Spider, del valore di 200 mila euro. Cosa c’è di strano allora? Risposta semplice: il club bavarese è controllato per l’8,33% dall’ Audi e la casa automobilistica tedesca è uno dei main sponsor della squadra.

Già altri calciatori erano incappati nello stesso errore di Coman

La notizia è stata riportata dalla Bild, la quale sottolinea che non è la prima volta che un giocatore del Bayern incappa in questo “incidente motoristico”. In passato ci erano cascati anche Philippe Coutinho (che si presentò a bordo di una Mercedes) e Niklas Süle (che sfoggiò invece una Ferrari). La società mette a disposizione a ciascun tesserato una macchina di servizio (ovviamente di marca Audi) e dunque non è possibile pubblicizzare vetture di altre case automobilistiche. Per evitare ciò, la dirigenza ha imposto una multa di 50 mila euro a chi non si presentasse con una vettura di servizio in occasioni ufficiali.

Le scuse del calciatore

Coman si è subito scusato pubblicamente con il club e con lo sponsor attraverso le colonne della Bild:«Mi scuso con il Bayern e ovviamente con l’Audi. Purtroppo la mia auto di servizio aveva uno specchietto rotto. Questa però non è una giustificazione sufficiente, ammetto di aver sbagliato. Per farmi perdonare mi recherò, appena possibile, nel centro Audi a Ingolstadt e firmerò autografi per un’ora. Inoltre porterò qualche pensiero ai dipendenti», ha dichiarato l’ex juventino al quotidiano tedesco. Galeotta fu quella McLaren, per la serie: calciatori e motori, gioie e dolori.

FOTO: Kingsley Coman Facebook.

COMMENTA L'ARTICOLO