Clamoroso in Uruguay: L’arbitro sospende la partita perchè “non sa cosa fare”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Un episodio mai visto in un campo da calcio prima. In Uruguay, durante una partita valida per la semifinale di Coppa Nazionale tra Salto e Cerro Largo, l’arbitro Eduardo Castillo ha sospeso la partita al minuto 93 per una indecisione. Il direttore di gara, per spiegare questa presa di posizione sulla sospensione della partita, ha scritto sul referto: “Non sa cosa fare”.

Ma come è avvenuta questa sospensione? La squadra del Salto segna il gol del 2-1 che li porterebbe in finale. La rete viene convalidata, poi annullata, poi di nuovo convalidata e infine, grazie all’aiuto di un cellulare, l’arbitro decide di annullare definitivamente il gol. Questo ha scaturito il caos più totale dei giocatori: Castillo così si è rifugiato velocemente negli spogliatoi non sapendo cosa fare appunto.

Il referto ufficiale scritto dal direttore di gara è questo: “L’incontro è stato sospeso per la mancanza di garanzie da parte dei protagonisti della partita viste le vicende all’interno del campo di gioco. Sulla mia decisione non c’era il clima per continuare il normale svolgimento della gara”. Ora deciderà la Lega Uruguaiana il da farsi.

fonte: TuttomercatoWeb

foto: Momentidicalcio.com

COMMENTA L'ARTICOLO