Brighton, lezione di stile: bandito tifoso per insulti social

Sorry! You are blocked from seeing ads

Il Brighton & Hove Albion ha bandito un tifoso dalla stadio a causa dei suoi insulti social

Il Brighton ha deciso di impartire una dura lezione a un tifoso troppo agguerrito sui social. A causa del linguaggio sconveniente e offensivo, la società inglese ha deciso di bandire per due anni dallo stadio il classico leone da tastiera. Il Brighton così facendo ha dato un segnale forte e positivo a tutto il mondo del calcio e ai proprio tifosi. Di seguito si riportano le parole dell’amministratore delegato della squadra inglese, Paul Barber, in merito alla vicenda.

Abbiamo chiarito più volte la nostra politica di tolleranza zero e non ci sono scuse per commenti offensivi pubblicati online. Ci aspettiamo che tutti i nostri sostenitori aderiscano ai livelli basilari di rispetto, come fa la stragrande maggioranza, ma coloro che scelgono di non farlo dovranno affrontare sanzioni come queste e, se del caso, cause e procedimenti giudiziari”. 

Paul Barner sul tifoso sanzionato

“Ringraziamo i nostri tifosi che hanno preso le distanze. Di conseguenza, alla persona interessata è stato annullato l’abbonamento e imposta una sospensione di due anni. Non abbiamo voluto nominare l’individuo o evidenziare il post e vorremmo chiedere ad altri di fare lo stesso perché non desideriamo evidenziare ulteriormente il comportamento negativo o causare ulteriori offese”. 

Ti potrebbe interessare anche: Carolina Morace: “La nostra società è omofoba e razzista”

Fonte: Calcioefinanza.it

 

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads