HOME>EDITORIALE>Napoli ma cosa succede? Balo si risveglia e la Fiorentina apre la crisi. Pordenone, puoi sognare!

Napoli ma cosa succede? Balo si risveglia e la Fiorentina apre la crisi. Pordenone, puoi sognare!

Di Alberto Zenofonte - il 9 Dicembre 2019

SITUAZIONE NAPOLI

Il Napoli non vince una partita di campionato dallo scorso 19 Ottobre, quando al San Paolo una doppietta di Milik superava l’Hellas Verona per 2-0. Da allora i partenopei hanno collezionato 5 pareggi e 2 sconfitte (una in trasferta contro la Roma e l’altra in casa con il Bologna). Cosa sta succedendo nello spogliatoio del Napoli? Solo chi lo frequenta ha le risposte, ma la situazione sembra irreale. Ancelotti sembra non avere più in mano il gruppo e la squadra non da segni di risposta, nonostante Aurelio De Laurentiis abbia alzato la voce. Quale potrebbe essere la soluzione? Un patto d’onore tra uomini a Castel Volturno, decidendo di portare la nave al porto fino al prossimo Maggio e poi (molto probabilmente) sarà rivoluzione.

GOL BALOTELLI E VITTORIA BRESCIA CON CORINI

Cancellata, ed in fretta, l’avventura di Fabio Grosso sulla panchina bresciana, nella quale ha rimediato due pesanti sconfitte subendo ben 9 gol e facendone zero, Cellino ha richiamato Eugenio Corini il quale è tornato nel migliore dei modi con una pesantissima vittoria a Ferrara contro la SPAL grazie a Super Mario Balotelli. Quel Balotelli mancato nei momenti delicati e la mancata convocazione contro la Roma ne è stata la prova. Rinascita del Brescia e del suo numero 9? Impossibile dirlo dopo solo una vittoria decisa dal “bad boy” ma deve essere un segnale a lui stesso come dire “ci sono ancora”. Mario vuole dimostrare ancora il suo talento aspettando magari una chiamata di Mancini…

RIVELAZIONE PORDENONE IN SERIE B

Il Campionato di Serie B è particolarmente famoso per il fatto che ogni stagione riserva sempre delle grandi sorprese, specialmente per quanto riguarda le neo-promosse dalla Serie C. Questo è il caso del Pordenone, che sta lasciando un’impronta importante in questa stagione. Nonostante sia la prima inseguitrice dell’ormai miraggio Benevento, i ramarri, a pari punti con il Cittadella e con il Chievo, si stanno distinguendo per il gioco e l’importanza del progetto. Un progetto mai dato per scontato, facendo squillare l’allarme all’Inter di Spalletti nella Stagione 2017/2018 quando solo ai rigori i nerazzurri eliminarono i friulani. Sognare è bello ed è giusto che quest’anno lo faccia il Pordenone.

CRISI FIORENTINA

Gli enormi entusiasmi di questa estate sembrano del tutto svaniti in un progetto che sembra parzialmente fallimentare. L’approdo di Rocco Commisso aveva giustamente riscaldato gli animi ma il mercato non ha dato i frutti sperati, sia nel caso degli acquisti che delle cessioni. Le uniche gioie viola fino ad adesso sono state l’investimento di Ribery, il quale ha stupito tutti nonostante l’età prendendosi in pochi mesi la leadership del gruppo e il giovane talento italiano Gaetano Castrovilli, chiamato anche da Mancini coronando la prima presenza in Nazionale maggiore. Per il resto attualmente i vari Dalbert, Lirola, Ghezzal, Boateng e Pulgar (decisivo a inizio campionato) stanno deludendo. In più Federico Chiesa sembra essere diventato un vero e proprio “caso”, un giocatore forse tenuto troppo controvoglia e accentrato in un progetto che probabilmente non ne vorrà far parte.

FOTO: Instagram Federico Chiesa

Lascia un commento

Loading...

Lascia un commento