Centravanti Juve, Morata come il Biondo de “Il Buono, il Brutto e il Cattivo”

centravanti-juve
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Risolto l’intrigo del centravanti Juve: sarà Morata il nuovo (vecchio) numero 9 bianconero

L’intrigo riguardante il centravanti della Juve è risolto. Dopo settimane di colpi di scena, a spuntarla è il meno pronosticato Álvaro Morata. Si parlava ormai da mesi prima di Džeko (in un complicato intreccio che vedeva Milik alla Roma come sostituto del bosniaco) e poi di Suarez. Alla fine, però, a spuntarla è stato lo spagnolo che torna in bianconero dopo quattro anni. Una trama degna di un grande classico dello Spaghetti Western come “Il Buono, il Brutto e il Cattivo” di Sergio Leone. 

Il Buono: Álvaro Morata, il vecchio-nuovo centravanti Juve

L’incredibile trama del centravanti Juve ricorda molto il film capolavoro di Sergio Leone. Se dovessimo fare un parallelismo tra “Il Buono, il Brutto e il Cattivo” e i protagonisti di questo vero e proprio intrigo di mercato, ad interpretare la parte del Buono ci sarebbe Morata. È lui alla fine, come il personaggio interpretato da Clint Eastwood, ad ottenere la prestigiosa ricompensa di tornare alla Juventus, risolvendo il rebus del numero 9. Un attaccante che si spera sia altrettanto scaltro in campo come il personaggio senza nome del film leoniano.

Il Brutto: Edin Džeko

Il ruolo del Brutto potrebbe essere interpretato da Edin Džeko. Il bosniaco assomiglia tanto al personaggio personificato da Eli Wallach ne “Il Buono, il Brutto e il Cattivo”. Sembra destinato a lasciare la Roma così come il Tuco per due volte sembra condannato all’impiccagione. Sembra essere anche il personaggio meno misterioso della trama. Tutti sanno che è lui l’indiziato principale nel ruolo di centravanti della Juve. Alla fine, invece rimane in giallorosso ancora una volta, dopo che due anni fa stava per andare al Chelsea.

Il Cattivo: Arkadiusz Milik

Infine, il Cattivo non può che essere Milik. L’attaccante del Napoli è quello che ci rimette la pelle come Sentenza, il Cattivo del film interpretato da Lee Van Cleef. Impegnato in una specie di guerra contro la sua squadra, Milik riveste un ruolo importante nella trattativa tra Juventus e Roma per Džeko. Una trattativa diventata  uno “stallo alla messicana” come la celeberrima scena del triello del film. Altro personaggio importante è Luis Suarez. L’uruguaiano ricorda il capitano nordista legato al Biondo (il Buono) e a Tuco (il Brutto). Il destino dell’attaccante del Barcellona si legherà a quello di Morata e Džeko.

FOTO: FOTO: 7útbolTotal Twitter.

 

COMMENTA L'ARTICOLO