HOME>DILETTANTI>Prima Categoria Girone D – Il Punto

Prima Categoria Girone D – Il Punto

Di Vittorio Cornacchia - il 24 Aprile 2018

A due giornate dal termine del campionato, inizia via via a delinearsi la situazione di classifica del campionato di Prima Categoria, girone D, quello dedicato alle squadre teramane.

Nell’ultima giornata il Castelnuovo, grande favorito per la vittoria finale, ha fallito la possibilità di ipotecare il primato, pareggiando per 2-2 sul difficile campo dell’Annunziata Giulianova, una delle squadre rivelazione di questo campionato. Con il punto conquistato in terra giuliese, il Castelnuovo di mister Palantrani è salito a quota 60 punti, inseguito a ruota dal Villa Mattoni a 58. I vibratiani hanno espugnato Nereto per 2-0, garantendosi la seconda piazza e condannando gli avversari di giornata alla definitiva resa per quanto riguarda la possibilità di agganciare il treno play off.

Se davanti sembra essere lotta a due tra Castelnuovo e Villa Mattoni, ben più bagarre si è creata alle loro spalle, con le squadre qualificate per i play off già decise ma in lotta per accaparrarsi la miglior posizione possibile in vista degli spareggi.  Miano, Annunziata Giulianova e Atletico Lempa sono racchiuse in soli 2 punti con il calendario che sembra sorridere al Miano. La formazione teramana, già protagonista di buoni campionati nelle ultime stagioni, ha mantenuto lo zoccolo duro della propria squadra e sfruttando soprattutto il rendimento casalingo, tenterà di raggiungere un traguardo storico. Un trionfo, in ogni caso, sarà anche per l’Annunziata che lo scorso anno si salvò per il rotto della cuffia al primo anno di Prima Categoria e che ora sta vivendo un sogno. Ospite abituale, invece, della lotteria play off è l’Atletico Lempa, che nonostante una rosa abbastanza rivoluzionata e il cambio alla guida tecnica con l’addio di mister Semplici, è riuscita a mantenersi nelle zone di vertice.

Sono diverse, invece, le squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato e stazionano ormai da un pò di tempo nel limbo. Detto del Nereto, comunque da menzionare per l’ottimo girone di ritorno che li ha portati ad un passo dai play off, anche Torricella e Nepezzano hanno lottato per buona parte della stagione per traguardi più ambiziosi, salvo poi tornare con i piedi per terra ma senza perdere la consapevolezza di aver giocato una stagione importante. Ci si poteva aspettare qualcosa in più dal Varano, rivelazione dello scorso campionato e uscita apparentemente rinforzata dal mercato estivo: tuttavia, la squadra teramana, soprattutto nella prima parte di stagione, ha faticato a trovare il giusto ritmo e si è dovuta accontentare di un campionato di medio-bassa classifica. Ottima, invece, la salvezza dell’Insula Falchi, che dopo essere rimasta a lungo nella zona rossa della classifica, ha decisamente impennato il proprio rendimento infilando una serie incredibile di risultati positivi.

Tutte le altre lotteranno fino alla fine per la salvezza, che passerà inesorabilmente attraverso il treno dei play out. Già retrocesso  da tempo il Villa Real, mai davvero in corsa e il cui progetto di puntare su una rosa molto giovane e poco esperta non ha pagato. Il Cellino, penultimo, ha la necessità di restare nell’ottica dei 10 punti di distacco con la quintultima per sperare di giocarsi le proprie chance di salvezza negli spareggi.  Al terzultimo posto c’è il Controguerra, dal quale ci si poteva aspettare sicuramente di più visto che i rossoverdi venivano dal campionato di Promozione; la vittoria nell’ultimo turno ha comunque ridato speranza e fiducia al team di mister Di Giuseppe, subentrato di recente a Vagnoni. Un gradino sopra troviamo il Cermignano, che dopo una discreta partenza nel girone di andata, è inesorabilmente crollato e sembra la formazione più in difficoltà nonostante la vittoria nel derby col Cellino dell’ultimo turno. Al momento l’ultima piazza per partecipare ai play out è occupata dall’Alba Tortoreto, che dopo un inizio di stagione disastroso ha rialzato la china col cambio tecnico ed è reduce dalla bella vittoria a Nepezzano per 2-1 con doppietta di Alessio Ragni. I biancoazzurri tenteranno di riprendere il Favale, avanti di 3 punti ma con lo scontro diretto a favore. La formazione del neo tecnico Giardini, subentrato a Brandimarte, pareva destinata ad una tranquilla salvezza ma nelle ultime giornate sembra aver mollato la presa e rischia di trovarsi invischiata in una lotta serrata per rimanere nella categoria.

 

Loading...