Daspo di un anno all’arbitro violento: è la prima volta in Italia

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Un arbitro italiano ha ricevuto un anno di Daspo al termine degli accertamenti svolti dai carabinieri e inviati alla Procura di Macerata. Il Direttore di gara, infatti, è accusato di aver colpito con una testata il portiere del Borgo Mogliano. Il fatto è avvenuto al termine dell’incontro di Seconda Categoria marchigiana tra lo stesso Borgo Mogliano e il Montottone. Il portiere dei locali era stato precedentemente espulso dall’arbitro steso e lo ha poi atteso al termine della partita per chiedere spiegazioni. Evidentemente deve essere scappata qualche parola di troppo, perchè l’arbitro ha perso il senno della ragione e lo ha colpito con una testata.

Nel decreto del Daspo, emesso dal questore Antonio Pignotaro si legge quanto segue:

“E’ stata rilevata una condotta contraria ai principi per contrastare la violenza in competizioni sportive e a quelli della professione dell’arbitro”.

Con questa sanzione il direttore di gara non potrà entrare in nessuno stadio per un anno, compresi quelli di serie A. Nessuno sconto neanche per il portiere. In questo caso, però, è intervenuto direttamente il giudice sportivo, che ha squalificato il calciatore per ben due anni.

COMMENTA L'ARTICOLO