Debiti Inter, ultimatum per Zhang: il piano finale per estinguere il debito

L’autogol di Gatti, che potrebbe avvicinare lo scudetto a Milano, non è stato l’unico argomento al centro dell’attenzione dell’Inter durante l’ultima partita a San Siro, dove molti dei 75.000 spettatori hanno gioito per la vittoria. Oltre ai successi sul campo, la dirigenza nerazzurra, guidata dal presidente Steven Zhang, sta concentrando sforzi significativi per affrontare la situazione finanziaria di Suning, l’azionista di maggioranza del club.

Suning, nota azienda cinese attiva nella vendita di elettrodomestici e prodotti elettronici, si trova attualmente con un debito di 350 milioni di dollari nei confronti del fondo americano Oaktree, il quale ha richiesto il rimborso entro il 20 maggio 2024. Di fronte a questa sfida finanziaria, Zhang ha optato per mettere in vendita il Biscione, ma la valutazione di un miliardo e duecento milioni ha finora scoraggiato molti potenziali investitori.

Tuttavia, Zhang non si arrende e sta elaborando una nuova strategia per affrontare la situazione. Una delle mosse chiave è la conversione dei prestiti erogati dagli altri soci, parte del pacchetto azionario dell’Inter, in fondi utilizzabili per ridurre l’indebitamento. Questa mossa strategica sta già mostrando i primi risultati tangibili, con il monte ingaggi del club che è sceso da 248,4 a 226,9 milioni di euro, come riportato da fonti autorevoli come La Gazzetta dello Sport.

Questo approccio indica un impegno concreto da parte della dirigenza dell’Inter nel garantire la stabilità finanziaria del club, nonostante le sfide economiche in corso. La decisione di Zhang di adottare misure proattive per affrontare il debito riflette la sua determinazione a proteggere l’Inter e a mantenere il suo status competitivo nel panorama calcistico internazionale.

Mentre l’attenzione dei tifosi è naturalmente focalizzata sul campo e sui risultati sportivi, è importante riconoscere gli sforzi e le strategie messe in atto dalla dirigenza per garantire la solidità finanziaria e il futuro sostenibile dell’Inter, uno dei club più illustri del calcio italiano e mondiale.

Lascia un commento