Cosa rischia Simone Inzaghi con la telefonata negli spogliatoi durante Roma-Inter da squalificato

Foto: profilo Twitter Inter

Durante l’incontro tra Roma e Inter, la questione riguardante la presunta telefonata di Simone Inzaghi alla sua squadra durante l’intervallo ha sollevato diverse domande sul rispetto delle regole disciplinate dal Codice di Giustizia Sportiva. Il difensore nerazzurro Bastoni ha rivelato, dopo la vittoria per 4-2 dell’Inter, che Inzaghi ha contattato la squadra tramite vivavoce durante l’intervallo, fornendo indicazioni e incoraggiamenti.

Secondo l’articolo 21, comma 9 del Codice di Giustizia Sportiva, i tecnici squalificati non possono svolgere alcuna attività inerente alla disputa delle gare durante la durata della squalifica. Questo include la direzione della squadra, l’assistenza in campo e negli spogliatoi, nonché l’accesso al recinto di gioco e agli spogliatoi.

Il fatto che Inzaghi abbia comunicato con la squadra durante l’intervallo, se confermato, potrebbe comportare ulteriori squalifiche per l’allenatore e sanzioni pecuniarie per i membri dello staff che lo hanno assistito nella comunicazione.

Foto: profilo Instagram Inter

Un precedente simile si è verificato nel caso dell’allenatore dell’Ancona, Marco Donadel, che durante la sua squalifica tentò di dare indicazioni alla panchina tramite telefono. Donadel ricevette un’ulteriore squalifica per la gara successiva e una multa di 500 euro per i suoi collaboratori, in quanto il Giudice Sportivo ritenne che ci fosse stata una “continuazione” delle violazioni disciplinate dagli articoli 13 comma 2 e 19 comma 3 del codice.

La decisione sulle possibili conseguenze per Simone Inzaghi dipenderà dal referto degli ispettori della Procura Federale e dalla valutazione della situazione da parte del Giudice Sportivo. È importante notare che spesso i giocatori evitano di rivelare simili situazioni per evitare complicazioni dopo la partita.

Nei prossimi giorni, sarà chiarito se Inzaghi dovrà subire ulteriori sanzioni disciplinari e se la sua squadra sarà soggetta a penalizzazioni. La vicenda evidenzia l’importanza del rispetto delle regole e della trasparenza nelle comunicazioni tra allenatori e squadre durante le partite di calcio.

Lascia un commento