Sconcerti sulla Champions: “Inter, giusto festeggiare ma il girone era debole”

Foto: sito ufficiale Wikipedia

Il giornalista Mario Sconcerti ha parlato delle vittorie in Champions di Inter e Milan sul Corriere della Sera:

“L’Inter passa, il Milan no. Nessuna delle squadre italiane è in testa al suo girone alla vigilia dell’ultima giornata, ma tutte sono di nuovo in corsa per passare il turno. Ha giocato bene l’Inter per molti minuti. È sembrata sempre una partita tra professionisti e giovani studenti velleitari, con una concezione dell’importanza del calcio troppo diversa. L’Inter è cresciuta, è giusto festeggiare il ritorno agli ottavi dopo dieci anni, ma è corretto anche dire che il girone era debole. La notizia arriva però dal Milan che riapre meritatamente la sua strada. Il risultato si è composto lentamente nel secondo tempo anche grazie a quattro cambi insieme. Pioli ha cercato fantasia ed ha aggiunto soprattutto Messias. È stato il colpo giusto. Ha dominato a lungo il Milan tirando poco in porta, ma contro un avversario che non ha tirato mai. Difficile capire come andrà a finire, gli incroci restano tutti pericolosi, ma almeno si potrà dire che il Milan per una volta ha giocato a calcio come sa anche in Europa”.

Leggi anche: Milan, le ultime sull’infortunio di Giroud