Milan, Ordine: “Ecco perché uscire dalla Champions non è un disastro. Questione arbitri c’è ma niente alibi”

Foto: logo Milan

Nel suo editoriale per Milannews.it, il giornalista Franco Ordine ha parlato di Milan, con un occhio in particolare verso la Champions League, concluso il primo giro di boa dei gironi: “Non si costruisce una squadra da Champions con molti debuttanti dopo tre turni: sarebbe da superficiali o peggio ancora da arroganti. Ci vogliono anni, come dimostra l’Atalanta. La prestazione in Portogallo ha denunciato un deficit fisico oltre che tecnico al cospetto di rivali che possono esibire presenze a doppia cifra in questa competizione. Passando alla spinosa questione arbitri, Paolo Maldini e Stefano Pioli meriterebbero l’oscar per le loro dichiarazioni. Una sola volta il tecnico si è spazientito ed è avvenuto con l’Atletico per il doppio danno subito dall’arbitro turco. Niente alibi e nemmeno proteste pubbliche che non servono a nulla. Anche in Italia, le decisioni recenti vanno in una certa direzione. Non c’è nessun complotto da svelare e nemmeno polemiche da alimentare perché qui il problema numero uno è il ridimensionamento in atto dell’intervento del VAR e riguarda tutto il campionato. Al di là di qualche riferimento storico, io non credo che sia poi un disastro uscire dal girone da ultimo. L’anno scorso, perché sia chiaro, l’evento consentì all’Inter di Antonio Conte di dedicarsi completamente al campionato e di arrivare davanti con un bel vantaggio rispetto alla concorrenza“.

LEGGI ANCHEInter, Biasin: “Gol Lazio contro la sportività ma Inzaghi tiri le orecchie a Dimarco”

LEGGI ANCHEJuventus, Chiellini: “Addio Ronaldo ad agosto uno shock. Meglio fosse andato via prima”

LEGGI ANCHERoma, forte vento e neve a Bodo. Mancini: “Paghiamo il campionato di m***a dell’anno scorso”