Marocchino: “Juve, col Porto ricordati del Lione. Cuadrado e Dybala assenze pesanti”

Fonte foto: profilo twitter juventus

SEGUICI SU

Ha parlato l’ex calciatore della Juventus, Domenico Marocchino, presso TMW Radio in merito alla partita di Champions dei bianconeri contro il Porto:

Chi mettere in attacco? “Davanti serve qualcuno di più forte. Morata è più spadaccino rispetto a Kulusevski. A volte però nella Juve eccedono i mancini e così alla fine il gioco è più leggibile”.

Che partita sarà? “Il Porto è una squadra fastidiosa. Ha sempre un modo di giocare che ti disturba. I portoghesi sono scaltri, possono fregarti giocando male. Sulla carta la Juve è più forte ma ricordiamoci il Lione. Vedremo come imposterà la partita. Una variabile poi sarà come giocherà Ronaldo, se esterno o prima punta. E dipenderà molto anche da Pirlo”.

Si aspetta una Juve propositiva o più attendista come visto ultimamente? “Dipende sempre dall’avversario. Penso che giocherà tranquilla, coperta, almeno all’inizio. Vedo più una Juventus allegriana, per così dire”.

Arthur, Cuadrado e Bonucci: quale assenza peserà di più? “Anche Dybala, è una grande assenza. E’ la ciliegina sulla torta di questa squadra e la sua mancanza si è sentita. Certo, Cuadrado è una perdita importante, così come Arthur. Avrei preferito però perdere solo il brasiliano”.

Come arriva la Juventus a questo appuntamento? “Con dei limiti, perché la Juve ha due lacune pesanti. Non ha un centravanti di stazza, che tiri su la squadra. E poi non ha un play in mezzo al campo. C’erano Pjanic, Khedira e Matuidi, oggi ci sono giocatori che non hanno certe caratteristiche. Manca un punto di riferimento lì in mezzo. Ma è un limite delle squadre italiane, come Inter e Milan”.

Fonte: TMW

LEGGI ANCHE: MOISE KEAN ENTRA NELLA STORIA DELLA CHAMPIONS LEAGUE

COMMENTA L'ARTICOLO