Juventus, Alex Sandro e Danilo: “Siamo amici stretti da sempre, Porto ha grande mentalità”

Alex Sandro e Danilo, difensori della Juventus, hanno rilasciato una lunga intervista al sito ufficiale della UEFA, in vista della doppia sfida di Champions League contro il Porto, loro ex squadra. I due condividono una lunga amicizia ed hanno giocato spesso nella stessa squadra in carriera, includendo ovviamente l’esperienza nella Nazionale del Brasile.

SUL LORO LEGAME:

DANILO: “Non credo alle coincidenze, nella vita le cose accadono per una ragione e io sono grato per la connessione che ho con Alex e la sua famiglia. Mi piace circondarmi di brave persone. Nel mondo del calcio ho tanti conoscenti, ma pochi amici stretti e veri come lui. In passato ho provato ad andare da qualche altra parte ma lui mi diceva di venire a giocare con lui“.

ALEX SANDRO: “Abbiamo fatto lo stesso percorso per certi versi, non puoi parlare di Danilo senza Alex o di Alex senza Danilo. Giocare nello stesso club con un amico come lui è molto bello, è come stare in famiglia. Sono felice di aver conosciuto lui e la sua famiglia. La verità è che non può stare lontano da me per troppo tempo. Gli ho detto di raggiungermi che mi sarei preso cura di lui“.

SUL PORTO, LORO EX SQUADRA:

DANILO: “Abbiamo passato 4 anni bellissimi insieme al Porto, siamo cresciuti entrambi come uomini oltre che come calciatori. Abbiamo affrontato tanti cambiamenti, trasferendoci in un’altra nazione. Abbiamo trascorso tanti giorni insieme, tra allenamenti e ritiri. Ancora oggi parliamo degli stessi argomenti. Il Porto è sempre una squadra tosta da affrontare, Conceiçao la preparerà benissimo ne sono sicuro. L’ambiente ti trasmette una grande mentalità, aspettavamo con ansia queste partite“.

ALEX SANDRO: “Quando eravamo insieme al Porto lui chiedeva sempre di metterci in camera insieme. Siamo molto legati fin da quel periodo. Penso che il Porto sia una squadra molto forte, ci conoscono bene ma anche la Juventus conosce molto bene il loro gioco. Corona è un calciatore di classe mondiale ma come detto è la loro mentalità a fare la differenza. Aspettavamo con ansia questi momenti quando giocavamo in Portogallo, non sarà facile ma faremo una grande partita“.

SULLA STAGIONE CON LA JUVENTUS:

DANILO: “Fin qui è stata positiva, guardiamo con ottimismo al futuro. Siamo in corsa su tutte le competizioni. Non era da poco qualificarsi primi nel girone contro il Barcellona e soprattutto batterli 3-0 al Camp Nou. Allenarsi insieme a Alex è molto bello, ci affrontiamo, io a destra e lui a sinistra. A volte gli dico di crossare o passarla, di non andare al massimo ma lui va sempre al 100%. Non mi dà tregua nemmeno in allenamento. non mi fa rifiatare e mi arrabbio“.

ALEX SANDRO: “Siamo cresciuti molto in quanto a fiducia, ci sono stati tanti cambiamenti e per questo sono arrivati anche dei risultati negativi. In allenamento a volte contrattiamo, prima faccio fare un cross io poi me lo fa fare lui. Ci siamo allenati così per tanti anni ormai“.

SU PIRLO:

DANILO: “Il modo in cui giochiamo è il futuro del calcio. Il calcio è molto più di semplici ruoli in campo, contano le posizioni, i movimenti, gli spazi e i tempi con cui li esegui. L’uso dello spazio e del tempo determina la tua posizione“.

LEGGI ANCHE: Lippi: “Inter favorita ma sono in 5 per lo Scudetto. In Champions sarà dura per tutte”

LEGGI ANCHE: Sabatini: “Nessun centrocampista della Juve giocherebbe nell’Inter”

ULTIME NOTIZIE

Sorry! You are blocked from seeing ads