Juve senti Pepe: “In campo do sempre tutto a prescindere dal risultato”

Sorry! You are blocked from seeing ads

Nel giorno di Juve-Porto ha parlato così l’ex Real Pepe: “Uno degli obiettivi di questa squadra è preparare bene i centrali ogni partita”

“A fine partita devo sempre sapere di avere dato il massimo”. Queste le dichiarazioni del difensore del Porto, Pepe, avversario questa sera della Juve negli ottavi di finale di Champions League. Tanti i temi toccati dall’ex Real Madrid: dal suo passaggio ai Blancos fino ad arrivare al ritorno in Portogallo.

Era una grande sfida sostituire un grande centrale come Ricardo Carvalho, Jorge Costa mi ha aiutato tanto: era una leggenda del club, come Vitor Baia. Mi ha fatto capire cosa significasse vestire la maglia del Porto. Lo chiamavano l’animale, ma era il nostro animale”.

Sul Real Madrid: Per un giovane lasciare un campionato con meno visibilità e poter giocare con Cannavaro o Sergio Ramos era una grande sfida, ma mi sentivo pronto grazie all’esperienza col Porto. Fare il difensore è la mia passione, a maggior ragione farlo per il Real Madrid”.

Sul Besiktas: “Non avevo mai giocato contro il Besiktas, ma sapevo che in Turchia avrei trovato un calcio diverso. Era quello che volevo, mi serviva nella mia carriera: volevo sentire questa passione per il calcio”.

Sul Porto: “Uno degli obiettivi del Porto è preparare bene i centrali per ogni partita. Devo trasmettere quello che mi ha insegnato Jorge Costa: sto cercando di fare altrettanto oggi. A fine partita, devo sapere di aver dato il mio massimo, a prescindere dal fatto di aver vinto o aver perso”, come riporta TMW.

LEGGI ANCHE: Valcareggi a TMW RADIO: “Fiorentina, ti salverai. Ho piena fiducia in Prandelli”.

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads