Inter-Shakhtar Doneskt 2-0. Dzeko implacabile

Foto: profilo Twitter Inter

DZEKO INTER SHAKTAR – L’Inter abbatte la maledizione Shakhtar e vola provvisoriamente al primo posto del girone, aspettando Sheriff-Real Madrid delle 21.

Tante palle goal, ma il solito 0-0 dopo 45′

De Zerbi cambia qualcosa a inizio secondo tempo, con l’ingresso di Marcos Antonio e uno schieramento più bilanciato. Ma la musica non cambia, con l’Inter che resta in costante proiezione offensiva pur senza particolare pericolosità nei primi 10 minuti. Poi Lautaro e Dzeko alzano i giri e la strada diventa in discesa: il Toro segna ma prima spinge Matviyenko e Hategan annulla. Poi ecco la giocata che fa tremare San Siro e gridare a tutti i tifosi “era l’ora”: ennesima giocata di Perisic, batti e ribatti in area con Edin Dzeko che piomba sulla respinta e col piattone fa l’1-0 più sudato della stagione.

Il solito Dzeko

La sensazione che la rete segnata abbia sbloccato l’Inter è chiara e netta. E infatti così è: ancora Perisic profondo a sinistra, cross pennellato per la testa di Edin Dzeko e rete del 2-0 al 67’ che sa tanto di sentenza, per gli stanchi e senza idee ucraini di De Zerbi. Chi è stanco è anche Lautaro, che infatti viene richiamato in panchina per Correa. Che 30 secondi dopo l’ingresso si inerpica in una delle sue serpentine ma viene chiuso all’ultimo dalla difesa ucraina. San Siro è comunque una bolgia. Lo Shakhtar ha un solo sussulto: all’83’ col palo di Dodo. Poi c’è spazio solo per la gioia nerazzurra in attesa di Sheriff-Real Madrid: se i moldavi non batteranno i Blancos, saranno ottavi di finale matematici.

Fonte: Tuttomercatoweb.com

Leggi anche: Marotta sul rinnovo di Brozovic