HOME>NEWS SQUADRE SERIE A>ATALANTA>D.Zagabria-Atalanta 4-0, esordio da incubo per la Dea. Gasperini: “Surclassati. Sui problemi difensivi…”

D.Zagabria-Atalanta 4-0, esordio da incubo per la Dea. Gasperini: “Surclassati. Sui problemi difensivi…”

Di Pietro Amendola - il 18 Settembre 2019

L'articolo prosegue qui sotto

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM, TELEGRAM e TWITTER o SCARICA l'App Android

I bergamaschi sono usciti sconfitti dalla partita di esordio in Champions League, che si è disputata in casa della Dinamo Zagabria. I croati hanno abbattuto i nerazzurri con un secco 4 a 0, che mette decisamente a rischio la qualificazione al turno successivo. Nell’altro match del gruppo C, il Manchester City si sbarazza facilmente dello Shakhtar  con un perentorio 3 a 0. Ecco le parole dell’allenatore dell’Atalanta Gasperini, deluso profondamente da questo inizio shock nella competizione:

La Dinamo ha utilizzato le armi dell’Atalanta… è la prima volta in Champions?

“È una squadra che ci ha superato in tutto, è stata più aggressiva, ha giocato con velocità e con qualità. Noi, sotto tutti gli aspetti, abbiamo fatto fatica. Pure quando eravamo in situazioni di pressing uscivano sempre. Avevano velocità e qualità superiore rispetto a noi. Non credo sia una questione di emozione, è troppo facile attaccarsi a questa cosa. Abbiamo preso una dura lezione da una squadra che è stata più brava. Secondo tempo è stato più equilibrato”.

Bjelica ha scelto una difesa a tre, il cambio tattico ha messo in difficoltà la squadra?

“Non credo sia questo, siamo preparati a giocare contro tutti i moduli. In tutti i reparti erano più veloci di noi, ci bucavano pure quando eravamo in tanti. Credo che da questa partita, devi imparare molto… non ci è capitato spesso. Qui c’è un livello molto più alto sotto tutti gli aspetti, ma non scarterei nemmeno quelli tecnici”

Si sente più deluso, arrabbiato o preoccupato?

“Niente di tutte queste cose, mi sento come uno che ha preso una bella lezione e deve fare qualcosa per migliorare. Credo che il fatto che la Dinamo partecipi con continuità a Champions e Coppe permetta di avere un livello di valutazione diverso. Dovremo farlo anche noi. Devi fare meglio sotto tutti i parametri, velocità, tecnica, tutto. Loro sono stati molto più bravi di noi”.

Cosa salva di questa gara? Può essere di lezione?

“Sì, dobbiamo prendere insegnamenti per il campionato. Dovremo fare qualcosa di meglio. Mi sono piaciuti Malinovskyi e Pasalic, i ragazzi fino alla fine non hanno fatto mancar e niente. Poi dobbiamo aumentare tutti gli altri parametri. Stasera abbiamo visto delle cose che dobbiamo cercare di proporre”.

La squadra continua a prendere tanti gol. C’è qualche problema in difesa?

“È indubbio che lo abbiamo, quindi dobbiamo cercare di risolverlo. Stasera, nel primo tempo, siamo mancati anche in attacco. Nel secondo tempo anche meglio, poi siamo stati sfortunati in un paio di occasioni. Dobbiamo migliorare l’inizio di gara, ho la sensazione che quando i ritmi sono molto alti soffriamo”.

Qual è il suo stato d’animo questa sera?

“Dobbiamo vedere se siamo in grado di potere questi ritmi. Noi giochiamo un calcio offensivo. L’alternativa è arroccarsi, fare un altro tipo di situazione, stare molto coperti. Non cercare di giocare con tre attaccanti, difendi, un altro tipo di calcio. Dobbiamo capire se riusciamo a proporre questo calcio. In Europa devi andare forte come loro”.

Lascia un commento

Lascia un commento

Loading...