Champions, spartiti i diritti tv 2021-2024: doppio abbonamento in vista

Champions League diritti tv 2021-2024
Fonte foto: Profilo Twitter Uefa Champions League

SEGUICI SU

Champions League, diritti tv 2021-2024 assegnati: all’UEFA 270 milioni

Il rebus per l’assegnazione dei diritti tv 2021-2024 della Champions League sembra essere stato risolto. Come anticipato ieri da Calcio & Finanza, saranno Sky, Mediaset Amazon i broadcasters ufficiali della massima competizione europea per club nel prossimo triennio. I tre colossi mediatici verseranno all’UEFA una somma pari a circa 270 milioni.

Diritti tv Champions 2021-2024, ad Amazon le partite più importanti del mercoledì

Il colosso statunitense, novità assoluta nella gara di quest’anno, si porta a casa le 16 partite più importanti del mercoledì sera, compresa la finale di Supercoppa Europea. Amazon verserà per questo pacchetto (A2) circa 80 milioni di euro e se dovesse tenerlo tutto per sé, tali partite non saranno visibili sui canali televisivi tradizionali in chiaro o a pagamento.

Mediaset avrà i migliori match del martedì

Nella gara per i diritti tv 2021-2024 della Champions c’è anche Mediaset che ha ottenuto il pacchetto A1. Il “biscione” potrà trasmettere le 16 migliori partite del martedì sera per una somma pari a 43 milioni di euro all’anno. Inoltre, le reti del gruppo Fininvest dovrebbero assicurarsi anche il pacchetto per la finale. A Sky, invece, andranno i diritti del pacchetto B con 104 partite in esclusiva, acquistate per una somma che si aggira sui 100 milioni.

Champions League, diritti tv 2021-2024: Rai e DAZN alzano bandiera bianca

Si sono arrese invece la Rai DAZN. L’emittente televisiva pubblica aveva già annunciato la sua intenzione di non partecipare alla gara per i diritti televisivi per ragioni economiche. Si proverà a puntare sui Mondiali 2022 in Qatar. DAZN invece si è ritirata in sede di rilancio. Una nuova era sta per iniziare nella storia della Champions League.

FOTO: Uefa Champions League Twitter.

 

 

COMMENTA L'ARTICOLO