Atletico Madrid-Juventus 2-0: i Colchoneros fanno la voce forte contro una brutta Juve

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

I padroni di casa impongono un meritato 2-0 ai bianconeri. Ora ai campioni d’Italia serve una grande prestazione allo Stadium.

Subito ritmi alti. Parte bene l’atletico che prova subito ad attaccare. La Juve prova a fare possesso palla. L’Atletico adotta la sua solita tattica difensiva per poi tentare di fare male con le ripartenze . Al 9′ prima occasione per la Juventus con il siluro di Cristiano Ronaldo su punizione da lontanissimo. Oblak compie una buona parata e salva la porta. Piú pericolosa la Juve all’ inizio .Seconda occasione al 12′ per Bonucci che su cross da calcio d’angolo schiaccia di testa e sfiora la traversa. Molta aggressività nei contrasti .La prima occasione per l’Atletico arriva al 15′ con la botta di Thomas parata da Szczesny. I padroni di casa poi alzano il possesso e creano piú pericoli,con azioni arrembanti orchestrate dalla tecnica di Griezmann. Sussulto al 28′. Viene assegnato un rigore ai colchoneros,ma il VAR cambia la decisione ,dando calcio di punizione dal limite. Ci prova Griezmann ma il portiere della Juventus è presente.
Verso la metá della frazione di gara, è l’atletico che prova maggiormente ad attaccare e a fare la partita. I bianconeri soffrono il pressing offensivo degli avversari. Il primo tempo si conclude con una Juve che è tornata a fare possesso palla ,e con i padroni di casa che si sono posizionati nuovamente in difesa.

Cristiano Ronaldo,attaccante della Juventus, oggi spesso preso di mira dai fischi dei tifosi avversari

Cristiano Ronaldo,attaccante della Juventus, oggi spesso preso di mira dai fischi dei tifosi avversari


La partita rinizia nello stesso modo con cui si era concluso il primo tempo,con la Juve che tenta di attaccare e l’Atletico che attende in difesa. Al 50‘ l’occasione piú importante ce l’ha però l’Atletico. Chiellini sbaglia e i colchoneros provano la ripartenza con Diego Costa che corre a campo aperto. Bonucci non riesce a contenere lo spagnolo,che però davanti al portiere calcia clamorosamente a lato,sprecando tutto . Al 53‘ altra imbucata dei padroni di casa,questa volta per Griezmann che con il pallonetto prova a superare Szczesny ,ma il polacco è strepitoso a deviare ,quanto basta, il pallone, che poi colpisce la traversa. Sulla respinta è bravissimo Chiellini ad anticipare Diego Costa ,pronto a ribadire in rete.
Ritmi che tornano equilibrati dopo le grandi occasioni per i Colchoneros. Al 70‘ i padroni di casa passano in vantaggio. L’ex della partita Morata sfrutta un cross di Filipe Luis,e fredda Szczesny. Ma il VAR annulla la rete per una spinta da parte dello spagnolo su Chiellini,che era in marcatura sull’attaccante. Sono i padroni di casa che continuano ad attaccare e il gol arriva al 78‘. Mischia in area dopo cross da calcio d’angolo. La palla finisce sui piedi di Gimenez che spiazza il portiere avversario,siglando il vantaggio. All’83‘ sulle ali dell’entusiasmo arriva il raddoppio dell’Atletico. Calcio di punizione battuto in area , e palla che viene ribattuta verso Godin,che con grande precisione e coordinazione insacca.
Ci prova al 90′ la Juve con lo schema su punizione. Palla per Bernardeschi che dal limite calcia bene ma trova un ottimo Oblak. Il match si conclude con poche ulteriori emozioni.

MARCATORI: 78′ Gimenez(AT), 83′ Godin(AT)

ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak; Juanfran, Giménez, Godin, Filipe Luis; Saul, Thomas, Rodri, Koke; Diego Costa, Griezmann.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Dybala, Mandzukic, Cristiano Ronaldo.


Nell’altro partita della serata il Manchester City vince in rimonta contro lo Schalke 3-2, in casa dei tedeschi.

COMMENTA L'ARTICOLO