Caso scommesse, bufera Milan: Newcastle inferocito per Tonali, arriva la querela

L’attuale situazione di Sandro Tonali, coinvolto nello scandalo delle scommesse, è afflitta da ritardi nel raggiungimento di un accordo di patteggiamento tra il giocatore e la FIGC (Federazione Italiana Gioco Calcio). Tuttavia, sembra che dietro a questi ritardi ci sia anche un atteggiamento poco conciliatorio da parte del Newcastle United.

La Minaccia di una Causa da Parte del Newcastle

Il Newcastle United avrebbe minacciato di intentare una causa multimilionaria contro il Milan quando verrà applicata la sospensione (che è ormai certa) nei confronti di Sandro Tonali. Questa situazione comporterà anche la sospensione dello stipendio di Tonali, che ammonta a 8 milioni di euro all’anno, a partire dal primo giorno in cui entrerà in vigore la sua squalifica.

Questa mossa del Newcastle sembra essere molto più aggressiva rispetto a quanto fatto dalla Juventus nel caso di Nicolò Fagioli, un altro calciatore coinvolto nello scandalo delle scommesse, il cui stipendio è notevolmente inferiore (1 milione di euro).

Foto: logo Newcastle

L’Investimento di Tonali e il suo Valore per il Milan

Sandro Tonali è stato ceduto dal Milan questa estate per una cifra che dovrebbe aggirarsi intorno ai 70 milioni di euro. Questo investimento ha reso Tonali il calciatore con il maggiore valore di cessione nella storia del Milan. Nonostante la situazione complessa legata allo scandalo delle scommesse, il Milan sembra determinato a proteggere il suo investimento e a gestire al meglio questa situazione delicata.

Lascia un commento