Caso Sala, i conti non tornano: omicidio premeditato?

08 Febbraio 2019 - 14:15 di

Ieri purtroppo è arrivata la notizia che tutti noi non volevamo sentire: il corpo ritrovato sul fondale della Manica nell’aereo è di Emiliano Sala. Si concludono così le ricerche di una tragedia assurda per le modalità in cui si è sviluppata.

Appunto per questo vogliamo fare chiarezza su una vicenda già di per se incomprensibile. Ci sono delle situazioni in questa storia che potrebbero far pensare ad un omicidio premeditato. La prima cosa che salta all’occhio è sicuramente la non idoneità dell’aereo al momento del decollo: si pensa che l’apparecchio non era adatto a delle simili rotte. Come mai è stato scelto proprio questo modello con tutti i soldi in ballo che c’erano per il trasferimento del povero attaccante?

Un’altra situazione che non torna nelle logiche conseguenze dell’accaduto è il non ritrovamento del corpo del pilota nei rottami. Per ora è stata rinvenuta solamente la salma di Sala, per quale motivo non c’è quella del pilota? Terza coincidenza, e non ultima per importanza, è che al momento del decollo dovevano essere in tre a partire, ma l’altro pilota si è rifiutato di salire, salvando così la sua vita. Perché nessuno ha impedito questo assurdo ed infernale volo?

La sorella di Emiliano Sala qualche settimana fa commentò così su Instagram: “Indagate sulla mafia del calcio”, forse non è poi così lontana dalla verità !!

 

 

ALTRE NEWS