Caso Kessiè-Bakayoko, la decisione del giudice sportivo -
REGISTRATI LOGIN -
HOME>SERIE A>Caso Kessiè-Bakayoko, la decisione del giudice sportivo

Caso Kessiè-Bakayoko, la decisione del giudice sportivo

16 Aprile 2019 - 15:40 di Redazione MCN - Articolo letto: 63 volte

Il finale di gara tra Milan e Lazio ha fatto molto discutere non solo sui social e sul campo. Anche per la Giustizia Sportiva è stato una bella gatta da pelare. Di seguito la decisione definitiva del giudice sportivo:

CASO KESSIE-BAKAYOKO

Quanto ai fatti di cui alla segnalazione della Procura Federale con e-mail del 15 aprile 2019, ore 12.16, e riguardante i calciatori del Milan Bakayoko e Kessie i quali, “dopo aver ricevuto in segno di cortesia da parte del calciatore della Lazio Acerbi la propria maglia, esponevano quest’ultima in modo ironico sotto la curva occupata dai tifosi del Milan”:

– rilevato che nulla è riportato nel referto del Direttore di gara, mentre nel rapporto dei Collaboratori della Procura Federale si dà conto, motivatamente, delle circostanze che hanno impedito agli estensori del rapporto stesso di rilevare l’episodio;

– considerato, altresì, che la sopra descritta segnalazione della Procura Federale non può avere seguito ai fini della valutazione della prova televisiva, atteso che i casi di condotta gravemente antisportiva sono chiaramente tipizzati ai fini della disposizione di cui all’art. 35, l .3 CGS e tra essi, in mancanza di una previsione anche residuale, non può rientrare la fattispecie in esame;

Per questo motivo
declina la competenza a decidere sull’episodio segnalato dalla Procura Federale, restando del tutto impregiudicato il potere del medesimo Organo requirente di promuovere, verificati i presupposti e secondo le modalità e i tempi consentiti, le iniziative e le azioni di competenza in ordine alla possibile violazione dei principi generali sanciti dal CGS.

Ammenda di € 10.000,00: alla Soc. MILAN per avere un suo sostenitore, al 40° del secondo tempo, sputato due volte all’indirizzo dell’allenatore della squadra avversaria, prima di essere bloccato dagli stewards.

Ammenda di € 10.000,00 

Andrea Bertolacci (Milan): per essersi reso responsabile di comportamento antisportivo nei confronti di un calciatore avversario nel parapiglia scatenatosi con diversi calciatori coinvolti al termine della gara; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura Federale.

Patric (Lazio): per essersi reso responsabile di comportamento antisportivo nei confronti di un calciatore avversario nel parapiglia scatenatosi con diversi calciatori coinvolti al termine della gara; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura Federale.

Franck Kessie (Milan): per essersi reso responsabile di comportamento antisportivo nei confronti di un calciatore avvrsario nel parapiglia scatenatosi con diversi calciatori coinvolti al termine della gara; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura Federale.

Mateo Musacchio (Milan): per essersi reso responsabile di comportamento antisportivo nei confronti di un calciatore avversario nel parapiglia scatenatosi con diversi calciatori coinvolti al termine della gara; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura Federale.

Luiz Filipe (Lazio): per essersi reso responsabile di comportamento antisportivo nei confronti di un calciatore avvrsario nel parapiglia scatenatosi con diversi calciatori coinvolti al termine della gara; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura Federale.

Lucas Leiva (Lazio): per avere, al termine della gara uscendo dal recinto di giuoco, proferito parole offensive nei confronti dell’addetto stampa della squadra avversaria; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura Federale.

Ammenda di € 10.000.00
Simone Inzaghi (Lazio): per avere, al 40° del secondo tempo, a seguito di una decisione arbitrale, contestato platealmente uscendo dall’area tecnica; recidivo.

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ E A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE FINO AL 30 APRILE 2019

lgli Tare (Lazio)per avere, al termine della gara, nel tunnel che adduce agli spogliatoi,approcciato il Direttore di gara con fare minaccioso proferendo ripetutamente espressioni gravemente irriguardose.

FONTE: alfredopedulla.com

ULTIME DI MONDOCALCIONEWS

Napoli-Atalanta, Ancelotti: “Abbiamo tenuto bene per un’ora; sono dispiaciuto perchè…”

Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, ha analizzato il match perso questa sera contro l'Atalanta ai microfoni di Sky Sport: "Abbiamo tenuto bene per un'ora, poi la fatica si è fatta sentire ed abbiamo perso lucidità e brillantezza. Con l'Atalanta non è mai facile produrre gioco. Nella seconda parte di stagione abbiamo

Napoli-Atalanta, Gasperini: “Vittoria fantastica; la mia espulsione? Forse sono destinato…”

Il tecnico dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per commentare la vittoria al San Paolo contro il Napoli: "E' una vittoria fantastica, la squadra non ha mai mollato e anche sotto di un gol ci ha creduto. Ora siamo diplomati...laureati (ride) per l'Europa che conta. Tre

Per la Champions c’è anche l’Atalanta: che vittoria al San Paolo !!

Nel match del San Paolo che concludeva la 33^ giornata di Serie A, l'Atalanta di Gasperini supera per 2 a 1 il Napoli. Partenopei in vantaggio con Mertens nel primo tempo. I bergamaschi escono alla distanza: dapprima è Zapata a siglare la rete del pareggio al 69' e dieci minuti

Cosa ci lascia la 33^ Giornata di Serie A

La Juventus ha fatto sembrare facile qualcosa di unico Dopo la gara interna contro la Fiorentina, la matematica ha ufficilamente consegnato l'ottavo scudetto di fila alla Juventus. Un traguardo difficile e complicato al solo pensiero, reso ancora più speciale dal fatto che nei principali campionati europei nessuno ha prolungato tanto

Napoli-Atalanta: le formazioni ufficiali

Alle ore 19,00 scenderanno in campo al San Paolo Napoli ed Atalanta, match che chiude di fatto la 33^ giornata di campionato. Di seguito le scelte di Ancelotti e Gasperini: Napoli (4-4-2): Ospina; Malcuit, Chiriches, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Allan, Fabian, Zielisnki; Mertens, Milik. All. Ancelotti. Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Mancini, Djimsiti, Masiello; Hateboer, De

Coda show: il Benevento sbanca Verona nell’anticipo di Serie B

Il Benevento sbanca il Bentegodi di Verona nell'anticipo della 34^ giornata di Serie B. Sugli scudi l'attaccante Massimo Coda, autore della tripletta decisiva (45', 47', 95'). Vittoria che permette alla squadra campana di consolidare la quarta piazza salendo a 53 punti. Male invece Grosso ed il Verona, che ora deve

Lazio, Lotito rivela: “Ho cacciato io Bielsa, parlava da scienziato”

Claudio Lotito svela un retroscena a dir poco clamoroso. Durante un evento in terra capitolina, il patron della Lazio ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla breve avventura di Marcelo Bielsa alla guida dei biancocelesti: "Bielsa? Lo cacciai io. Tare mi chiamava dicendomi di aver comprato dei giocatori richiesti da lui,

Juventus, Cristiano Ronaldo spinge l’acquisto di Joao Felix dal Benfica

È da un po’ di tempo che si parla di Joao Felix, talentino classe 1999 del Benfica, accostato ai bianconeri da mesi. Cristiano Ronaldo, stella bianconera, ha approvato il suo acquisto. Secondo “A Bola” CR7 lo  ritiene un vero e proprio fenomeno, oltre che connazionale. La concorrenza però è agguerrita:

Manchester United, Sule nel mirino: l’asta parte dai 45 milioni

Secondo i tabloid tedeschi, il Manchester United è piombato prepotentemente sul difensore centrale del Bayern Monaco Niklas Sule. L’allenatore degli inglesi, Solskjaer, vuole rinforzare il reparto difensivo e vede nel 23enne il rinforzo perfetto. La base di partenza per l’offerta si aggira intorno ai 45 milioni di euro. >> SCARICA

Il Paok è sull’olimpo degli dei: scudetto vinto dopo 34 anni di digiuno

Il Paok Salonicco vince la Super League greca 2018-2019 con una giornata di anticipo. Il 5 a 0 inferto ieri al Levadiakos ha sancito un distacco incolmabile per la la diretta inseguitrice, l’Olympiakos. I bianconeri tornano sul tetto più alto della nazione a distanza di 34 anni dall’ultima volta. >>

ARTICOLI CORRELATI